martedì 6 giugno 2017

Forever Solamente io e te di Amy Engel | Recensione


Forever Solamente io e te 
di Amy Engel

Data di pubblicazione: febbraio 2017
Editore: Newton Compton Editori
Ebook 4.99€
Cartaceo 8.42€

Sinossi. Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer - come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c'è speranza. C'è una vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo.

Recensione

Dopo aver letto con estrema curiosità il primo romanzo della saga, Forever (QUI la recensione), aspettavo con entusiasmo l'uscita di questo secondo capitolo.

Ivy è una sedicenne dall'animo coraggioso ma ha avuto una vita difficile. Ha sempre vissuto a Westfall insieme a suo padre e a sua sorella Callie dopo la morte di sua madre.
Come ogni figlia del clan perdente nella guerra che ha coinvolto il loro popolo Ivy è costretta a sposare un Lattimer, precisamente Bishop Lattimer, figlio dell'attuale presidente. La sua missione è ucciderlo ma quando entrano i gioco i sentimenti...
Le lacrime mi rigane le guance; il sapore del sale brucia sulle mie labbra e io cedo, mi consento di piangere per tutto ciò che ho perso, per la paura di ciò che accadrà, mi angoscio pensando alla figlia che sono stata, alla moglie che non ho voluto essere, all'assassina che mi sono rifiutata di essere e alla traditrice che alla fine sono diventata.
Non sono nulla di tutto questo ora. Alzo la testa e mi asciugo gli occhi, figlia, moglie, assassina, traditrice, sono tutte versioni di me ormai superate. Da qui in avanti sarò una sopravvissuta.
Faccio un respiro profondo e lascio andare la rete.

Ivy è ancora viva.
Dopo essere stata scaraventata dall'altra parte della recinzione, fuori dall'apparente tranquillità del mondo di Westfall, Ivy si trova a dover affrontare la terribile realtà del mondo esterno, la sua violenza. E' un "viaggio" fatto di sopravvivenza, dove l'obiettivo è quello di riuscire a resistere alla morte giorno per giorno. Ma è anche e soprattutto un viaggio interiore, alla riscoperta di una sé stessa diversa, più fragile, dove le debolezze fanno parte dell'animo umano. L'apparente tranquillità di Westfall, dove è ambientato il primo capitolo della serie, si scontra e si mescola con un'ambientazione selvaggia e rude come quella i cui si svolgono i fatti.
All'inizio della narrazione vengono a galla tutti i timori della giovane donna che Ivy è stata costretta a diventare; tutte le sue ansie e paure si riflettono sul suo tormentato passato portandole dolore e senso di colpa rispetto ad una famiglia della quale non sente più di fare parte. Sono infatti proprio suo padre e sua sorella e la loro ferrea ideologia ad allontanarla da un'idea di famiglia unita. La sua spaventosa avventura nel mondo "sconosciuto" inizia in solitudine, soltanto in compagnia dei propri pensieri, rivolti spesso a Bishop, ai sentimenti che, volenti o nolenti, li hanno coinvolti, uniti ed emozionati.
Ma il mondo là fuori non è così vuoto come il popolo di Westfall crede. Fuori dalla recinzione vivono altre persone che dietro ad un'apparenza fredda e dura nascondono sentimenti profondi e veri, come Caleb e Ash, che accompagneranno Ivy alla scoperta della sua nuova vita.

Tra segreti, misteri, sgraditi incontri e inaspettati ritorni la narrazione si snoda velocemente fino all'ultima pagina, grazie anche allo stile semplice e diretto.
Non mancano scene di violenza, descritte in maniera anche piuttosto cruda, ma che si incastrano perfettamente nell'ambientazione scelta.
Nella prima parte del romanzo il lettore è portato a "sondare il terreno", conoscere la nuova scenografia, i nuovi personaggi e il lato caratteriale nascosto della protagonista. Tutto viene descritto con dovizia di particolari, niente è lasciato al caso. La seconda parte, quella in cui si snoda la parte avventurosa e frenetica della narrazione, è, per contro, più sintetica e meno dettagliata, si arriva alla pagina finale senza neanche quasi accorgersene.

Consiglio questa saga a chi ha amato le quelle di Hunger Games e Divergent, che vedono protagoniste donne coraggiose dove non manca l'avventura e un amore vero e travolgente.

E voi lo avete letto? Che ne pensate?
Buona lettura!




L'autrice.
Amy Engel è nata in Kansas e dopo un'infanzia trascorsa tra Iran. Taiwan e diversi luoghi degli Stati Uniti si è fermata a Kansas City, nel Missouri, dove vive con il marito e due figli. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, è stata avvocato penalista. Il primo titolo della saga best seller pubblicato da Newton Compton nel 2016 è Forever.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...