giovedì 31 dicembre 2015

Guida agli appuntamenti per imbranate di Tracy Brogan | Recensione


Guida agli appuntamenti per imbranate
 (Crazy little thing)
di Tracy Brogan


Traduzione: Lorenza Braga
Editore: Amazon crossing
Data di pubblicazione: 3 novembre 2015
Pagine: 328
Ebook: 4.99 €

Se c'è una cosa che Sadie Turner sa fare benissimo è mettere ordine nelle cose. Perciò quando si rende conto che la sua vita "perfetta" è nel caos più completo, decide di trascorrere le vacanze estive nella casa al lago della zia, con la speranza che tutto torni al suo posto. Sadie vuole rilassarsi e curare le ferite che le ha lasciato l'ex marito infedele. E per questo ha bisogno di tempo, lontana dagli uomini. Da tutti gli uomini.
E' difficile però trovare un momento di pace nel cottage dell'eccentrica zia Dody, con due cani sbavanti e due cugini impiccioni (di cui uno è un esuberante arredatore d'interni intenzionato a rimettere a nuovo la povera Sedie). Senza contare che sono tutti decisi a farla uscire con Desmond, il nuovo vicino sexy.
Alto, abbronzato e muscoloso, Des è anche meraviglioso con i bambini di Sadie. Ma deve avere per forza un difetto (è un uomo!) e per questo lei deve mantenere le distanze.
Con il trascorrere dell'estate, la vita che Sadie stava cercando di semplificare diventa sempre più complicata: le si presenta una nuova opportunità di lavoro, il perfido ex torna a tormentarla e zia Dody rivela un tragico segreto. Ma forse un po' di caos è proprio ciò di cui una ragazza imbranata ha bisogno per rimettere ordine nella sua vita.

RECENSIONE

Ho scelto questo libro perché mi ha colpito fin da subito: la cover divertente e sbarazzina, il titolo intrigante, ma la cosa che mi ha incuriosito notevolmente è il fatto che questo romanzo sia stato pubblicato da Amazon.
Guida agli appuntamento per imbranate però non è proprio il titolo che personalmente avrei scelto. Coooomunque bando alle ciance.
Tracy Brogan racconta la storia di Sadie Turner, la giovane mamma di Paige e Jordan, che, stanca della sua vita problematica e del suo ex marito Richard, decide di trascorrere i mesi estivi a Bell Harbor dove abita la stravagante zia Dody.
Qui ad aspettarla a braccia aperte c'è Desmond, l'affascinante, muscolo vicino di casa.
La storia in effetti non ha niente di originale: la grande storia d'amore che tutti cercano, con annessi fraintendimenti, è stata affrontata in mille e mille libri.
La cosa che però mi ha colpito particolarmente è l'ironia e l'umorismo con cui la storia è raccontata. Compaiono spesso battute divertenti, doppi sensi e situazioni imbarazzanti che strappano una risata al lettore, senza il bisogno di usare volgarità.
Tutti i personaggi sono ben caratterizzati, ognuno possiede delle qualità che lo contraddistinguono dal resto del gruppo.

Trasferirsi a Bell Harbor? Che idea ridicola. Dovevo schiarirmi le idee. Un po' di solitudine sulla spiaggia avrebbe placato la mia agitazione. Peccato che, a quanto pareva, non sarei riuscita a trovarla. Non appena ebbi infatti disteso il mio tela a righe blu sulla sabbia, Dody e Fontaine mi furono addosso. Scesero i gradini della veranda carichi di ombrelloni, sdraio e frigo portatili. Dody si era messa il suo cappello rosso floscio e un costume da bagno ricoperto di margherite. Jasper arrivò venti minuti dopo con tre dei suoi amici allampanati, ognuno con un pezzo di rete da pallavolo. Dovevo essermi persa il promemoria a proposito di un party in spiaggia, ma a quanto pareva ero la sola.

La simpatia di Sadie è coinvolgente. Sebbene sia una mamma, con le tipiche paure ed incertezze, cerca sempre di rimanere con "i piedi per terra" e ricerca la felicità e la sicurezza dei propri figli, mettendo da parte anche i suoi desideri.
Ovviamente il finale risulta scontato già dalle prime pagine, anche se, in fondo al libro ci sono colpi di scena che ravvivano e rendono dinamico il tutto.
Il personaggio che mi affascina di più è sicuramente zia Dody. Le sue particolarità e le sue stravaganze la rendono una donna fuori dall'ordinario. Spiccano la sua innata libertà nei rapporti affettuosi che non converge mai con l'immenso affetto che prova per tutti coloro che le sono accanto.

<<Dody!>> gridai di nuovo. <<Richiama i cani!>>
<<Sadie? Tesoro, sei tu? Finalmente!>> Mia zia sbucò sbandando da dietro un angolo, agitando le braccia abbronzate sopra i riccioli biondi. O era felice di vedermi, o la casa era in fiamme. Il suo kimono turchese era coperto da un grembiule rosa a fiori. Con un'abile mossa dell'anca rotondetta, spinse da parte i cani e mi strinse nel suo energico abbraccio da anaconda. <<Pensavo non saresti mai arrivata! Com'è andato il viaggio?>> Diede uno spintone con l'anca mentre i cani cercavano di assalirmi di nuovo. <<Sei arrivata dalla strada principale? Hai visto il nuovo ufficio postale? Mpm sono favolosi i gargoyle? Grazie a Dio non hai dovuto preoccuparti della neve. Ma d'altra parte è giugno, quindi non ce n'è, naturalmente. Lazy, scendi dal mio piede.>> Lo spinse via con la mano. <<Be'? Dove sono i bambini? Sono qui?>> Mia zia era uno tsunami in pantofole pelose. E, per qualche motivo, indossava un kimono.

Sicuramente non è il mio genere preferito, ma lo consiglio veramente a chi cerca un libro leggero, scorrevole e senza troppe pretese.
Perfetto per chi vuole rilassarsi leggendo.

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate?
Buona lettura!




L'autrice. Tracy Brogan ha sempre amato le storie d'amore, che fossero ambientate nel passato o nel presente. Trascorre metà del suo tempo scrivendo divertenti romanzi contemporanei su persone ordinarie che trovano amori straordinari e l'altra metà romanzi storici pieni di intrighi politici, damigelle in pericolo e qualche uomo in kilt. E' stata due volte finalista del Romance Writers of America Golden Heart e ha vinto numerosi premi. Nei rari momenti in cui non scrive, o non pensa alla scrittura, trascorre il tempo con la sua famiglia, viaggiando ed evitando in ogni modo l'attività fisica.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...