sabato 27 maggio 2017

Recensione - Zucchero filato volante di Fernando Camilleri





Zucchero filato volante
di Fernando Camilleri

Editore: Eretica edizioni
Data di pubblicazione: 5 febbraio 2017
Prezzo: in offerta a 10.90€ 

Sinossi.
Felice ha undici anni e un sogno: vuole diventare astronauta ad ogni costo. Quasi sempre, però, i sognatori trovano degli ostacoli durante il loro cammino e quando Felice si imbatterà in un magico e bizzarro personaggio, sarà costretto a dover prendere la decisione più importante della propria vita.
Attorno all'avventura del giovane undicenne, storia centrale del romanzo, orbitano le vicende di altre persone afflitte da problemi "terrestri", in una coinvolgente spirale di mistero e suspance, nella quale la fantascienza si mescola con la drammaticità della vita.

Nella minuta mano sinistra, dita tozze stringevano il flauto. <<Cosa stavi suonando?>> chiese il giovane, simulando un tono amichevole. Il nano non rispose alla domanda. Felice realizzò che non era stata una buona idea quella di spingersi fin lì. Si guardò attorno e vide che non c'era alcun vialetto per giungere in quel punto del bosco, né tantomeno per fuggirne via.

Recensione

Alerte è un piccolo paesino sperduto tra la campagna e il bosco selvaggio, popolato da poche anime, spesso stravaganti, che vivono la propria vita nella tranquillità della solida quotidianità. 
Tra i più giovani abitanti del paese c'è Felice, undicenne curioso, intelligente ed intraprendente, che ha il sogno di diventare astronauta, passione che condivideva con suo papà Dario, morto in un tragico incidente stradale. Felice vive insieme a sua mamma Paola, con la quale ha un rapporto di estremo rispetto e sconfinata fiducia.
A Felice, come tutti i bambini, non manca di certo la fantasia. In un giorno come tanti, mentre è a passeggio nei boschi, la sua attenzione viene catturata dalla soave musica di un flauto.
La cosa sorprendente, che lascerà il bambino a bocca aperta è il fatto che lo strano musicista è in realtà uno stravagante nano in maglia gialla, jeans, bretelle rosse e scarpe lucide.

Sarà da questo misterioso quanto bizzarro incontro, che la vita di Felice cambierà inevitabilmente. Un inconsapevole Felice sarà vittima e carnefice di strani delitti, compiuti per mano di un gruppo di gufi, comandati da Wifer il nano, contro gli abitanti di Alerte: persone disoneste che rubano dal piccolo supermercato del paese, donne traditrici, uomini che trovano sollievo solo nell'alcool o nel procurarsi piacere.
Ma è durante una gita con sua madre Paola, nel bosco, luogo di sconfinato enigma, che Felice, alla vista di una strana nube scura, simile allo zucchero filato, capirà che non tutto è come sembra, che strane creature, provenienti da altri mondi, portano con sé terribili e inconfessabili segreti.

<<Che sta succedendo qui?>> chiese Paola con voce incerta. Tutti e cinque si guardarono negli occhi a vicenda senza trovare una risposta a quella domanda. Simultaneamente spostarono lo sguardo su ciò che stava accadendo sopra le loro teste: la nuvola aveva assunto le sembianze di una massa voluminosa e fusiforme. <<Sembra zucchero filato volato via dal suo bastoncino>>, disse Roberta puntando l'indice verso l'alto. La nube grigia continuava a gonfiarsi e sgonfiarsi. Respirava. Proprio al centro, pulsava una luce biancastra. Una sfera luminosa che, tramite dei filamenti, irraggiava nella sua interezza il tetro zucchero filato volante. La nube aveva un cuore. La nube era viva.

La storia si dipana velocemente verso uno singolare epilogo, senza mai perdere la propria originalità.
A fare da contorno alla storia di Felice ci sono tantissime altre storie che coinvolgono molti dei più bislacchi abitanti di Alerte: le vite di Vittoria, Nicola, Nadia, Fabio, Giorgio, nonché quelle dell'anziano Anselmo, della scapestrata Roberta e del parroco del paese Don Andrea si mescolano creando un intreccio dinamico e coinvolgente. A salvaguardare la sicurezza del pacato Alerte c'è Temistocle, il Difensore, uomo malvagio e scontroso che trova sprecate le sue innate doti di giustiziere in una cittadina inetta come la sua.

Zucchero filato volante è un romanzo moderno e attuale che cita e mette in evidenza molte delle problematiche che noi, figli della moderna società, ci troviamo ad affrontare nella quotidianità, prima tra tutti la distruzione, per mano di esseri umani subdoli e disinteressati, del pianeta Terra, nostra prima universale casa.

Sebbene l'inizio del libro faccia pensare ad una fiaba per bambini lo stile narrativo si evolve nel corso delle pagine, anche attraverso un linguaggio più crudo, quasi a voler imprimere nella mente dello stesso lettore un netto cambiamento.
La narrazione scorre fluida fino alla pagina finale anche grazie all'uso di un linguaggio semplice e lineare. Spesso si incrociano le "parole composte sganascione", così definite dal suo inventore Felice, utilizzate perlopiù per esprimere tutto il suo stupore e la sua meraviglia.
Un romanzo ricco e variegato dove il tremendo e doloroso passato abbraccia l'incerto futuro.

Saprai cosa è bene e cosa è male, ma la libertà di scegliere sarà soltanto tua. Una vita sbagliata, mille giuste. Il sogno di uno, la vita di tutti.

Ringrazio l'autore, Fernando Camilleri, per avermi dato la possibilità di leggere la sua opera di immensa fantasia, uno dei romanzi più originali che mi sia capitato di leggere nell'ultimo periodo.

Buona lettura!





L'autore.
Fernando Camilleri vive a Cefalù, in Sicilia, da quando è nato. Amante del soprannaturale e dei viaggi di fantasia, trova nel blu del mare, che ha quotidianamente davanti agli occhi, la sua principale fonte di ispirazione. Ogni onda crea nella sua mente nuove storie, nuovi luoghi e nuovi personaggi. Zecchero filato volante è il suo primo romanzo.



1 commento:

  1. Concordo,molto originale e interessante, mi è piaciuto ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...