lunedì 15 maggio 2017

Recensione - Nessuno come noi di Luca Bianchini


Nessuno come noi
di Luca Bianchini

Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 10 gennaio 2017
Pagine: 189
Ebook: 9.99€
Cartaceo: 15.30€


Sinossi.
Torino, 1987. Vincenzo, per gli amici Vince, aspirante paninaro e aspirante diciassettenne, è innamorato di Caterina, detta Cate, la sua compagna di banco di terza liceo, che invece si innamora di tutti tranne che di lui. Senza rendersene conto, lei lo fa soffrire chiedendogli di continuo consigli amorosi sotto gli occhi perplessi di Spagna, la dark della scuola, capelli neri e lingua pungente.
In classe Vince, Cate e Spagna vengono chiamati "Tre cuori in affitto", come il terzetto inseparabile della loro sit-com preferita.
L'equilibrio di questo allegro trio viene stravolto, in pieno anno scolastico, dall'arrivo di Romeo Fioravanti, bello, viziato e un po' arrogante, che è stato già bocciato un anno e rischia di perderne un altro. Romeo sta per compiere diciotto anni, incarna il cliché degli anni Ottanta e crede di sapere tutto solo perché è di buona famiglia. Ma Vince e Cate, senza volerlo, metteranno in discussione le sue certezze.
A vigilare su di loro ci sarà sempre Betty Bottone, l'appassionata insegnante di italiano, che li sgrida in francese e fa esercizi di danza moderna mentre spiega Dante. Anche lei cadrà nella trappola dell'adolescenza e inizierà un viaggio per il quale nessuno ti prepara mai abbastanza: quello dell'amore imprevisto, che fa battere il cuore anche quando "non dovrebbe".
In un liceo statale dove si incontrano i ricchi della collina e i meno privilegiati della periferia torinese, Vince, Cate, Romeo e Spagna partiranno per un viaggio alla scoperta di se stessi senza avere a disposizione un computer o uno smartphone che gli indichi la via, chiedendo, andando a sbattere, scrivendosi bigliettini e pregando un telefono fisso perché suoni quando sono a casa. E, soprattutto, capendo quanto sia importante non avere paura delle proprie debolezze.

Recensione
1987, Torino.
Vincenzo, che tutti chiamano Vince, è da sempre innamorato di Caterina, che tutti chiamano Cate, sua compagna di banco e migliore amica, ma lei non ne è a conoscenza.
Vince e Cate sono sempre insieme: gioiscono nei momenti di felicità e sono la spalla su cui piangere l'uno per l'altra negli attimi di sofferenza.
Vince e Cate frequentano la terza G dell'istituto Majorana di Torino ed insieme a Alessandra Spagnolo, che tutti chiamano Spagna, vengono soprannominati i "Tre cuori in affitto". 
Ma Vince non viene dalla città: il suo piccolo appartamento, che condivide con i suoi umili genitori, in cui non porta mai nessun compagno si trova fuori città, a Nichelino.
Vince, ragazzo intelligente e studioso, che vive nella speranza che Cate si innamori di lui. Cate, che si innamora di tutti i ragazzi che incontra, e non si accorge che la felicità potrebbe essere davanti ai suoi occhi ogni giorno.

Ma la normale tranquillità nel quale scorre la vita dei tre adolescenti viene sconvolta quando un nuovo studente compare alla porta della terza G: Romeo Fioravanti.
Romeo sarà il quarto componente, l'elemento mancante che sconvolgerà, senza preavviso, ogni logica, ogni rapporto, ogni concezione di amicizia.

L'amicizia è anche questo: fare qualcosa controvoglia solo per aiutare qualcuno.

E' proprio l'amicizia il sentimento che guiderà i quattro ragazzi alla scoperta di un nuovo mondo, alla scoperta di sé stessi e ad affacciarsi al mondo degli adulti, dove la delusione e la sofferenza la fanno da padrone. Saranno capaci di salvare il proprio rapporto? 

Nessuno come noi è un viaggio indietro nel tempo, negli anni '80-'90, quando l'unico modo per contattare gli amici era il telefono di casa, quando ogni contatto umano era vero e puro, senza la contaminazione di cellulari o social network, quando la famiglia era la cosa più importante da amare e salvaguardare.

Ogni personaggio ha i propri pregi ed i propri difetti, nessuno è perfetto. Ed è in questa imperfezione che il lettore si rispecchia: nessun amore eterno né rapporti impeccabili. Chi non ha mai sofferto per amore?

A fare da contorno alle "avventure", amorose e non, dei Tre cuori in affitto c'è anche la storia di Elisabetta Bottone, che tutti chiamano Betty Bottone, la professoressa di italiano. Una donna integra, esemplare sul lavoro e nella vita privata, ma incompleta. Betty si rifugia costantemente nella danza: quando si leva leggiadra nell'aula di ballo riesce a trovare la vera sé stessa, la donna che vorrebbe essere, se ne avesse il coraggio. La giovane professoressa però si troverà a vivere un amore proibito che rischierà di compromettere la sua carriera, la sola cosa che, oltre alla danza, non l'ha mai abbandonata né delusa. Sceglierà di seguire il cuore o la ragione?

Nessuno come noi è una lettura estremamente piacevole, che riporta il lettore a rivivere alcuni degli anni più belli e spensierati della propria vita: quelli dell'adolescenza, anche se a quell'età non ci sembrano tali. 
Una macchina del tempo ricca di sentimenti ed emozioni, accompagnata da una narrazione semplice e ricca di dialoghi che scorre fluida fino all'ultima tenera pagina.

Lo consiglio a chi sta cercando una lettura non troppo impegnativa ma non per questo banale o priva di significato o spunti di riflessione; a chi ha voglia di perdersi nel passato, nel periodo delle prime volte e ricordare che, in fondo, il mondo è più bello e vero anche senza un cellulare in mano.

E voi lo avete letto? Cosa ne pensate?
Buona lettura!





1 commento:

  1. Ciao! :D
    Non conosco questo libro, però la trama mi piace.
    E' interessante soprattutto il fatto che sia ambientato negli anni 80!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...