giovedì 2 marzo 2017

Monthly Recap - Febbraio 2017: Libri letti e Film visti

Ciao a tutti Twinslettori!
Oggi ricapitoliamo il "nostro" febbraio, quali sono state le nostre letture e i film che abbiamo visto, che ci sono piaciuti e non.



 

Mi ritengo abbastanza soddisfatta delle "mie" letture e dei film che ho visto, sia per quanto riguarda la quantità che la qualità.
Il primo libro che ho terminato è stato E le stelle non stanno a guardare di Loredana Limone, il seguito delle buffe di Borgo Propizio. Purtroppo però non ho trovato questo romanzo allo stesso livello del primo, più spiritoso, divertente e originale. I personaggi, che vivono nello sperduto paesino, vivono storie di quotidianità, spesso bizzarre e al limite del surreale, che però non catturano e coinvolgono il lettore.




Seconda lettura del mese Morte a San Siro di Alessandro Bastasi. Un thriller, un mistero da svelare. A fare da contorno ai burberi protagonisti del romanzo una città moderna, Milano. Una città che ha subito numerosi cambiamenti nel corso degli anni, più o meno positivi, che hanno influenzato la società e gli individui che la compongono. Un viaggio attraverso le generazioni, tra le personalità dei protagonisti che si incontrano pagina dopo pagina e che creano un'intricata tela di situazioni ed emozioni.



Una lettura che per me è stata una sorta di sfida invece è stata La moglie del califfo di Renéé Ahdieu in quanto non amo molto questo genere di ambientazioni orientali. I personaggi mi hanno affascinato, trasportandomi immediatamente già dalle prime pagine nel clima "Le mille e una notte". Ognuno di essi possiede le proprie caratteristiche ed i propri obiettivi che, nel corso della storia, cambiano e si evolvono. Ho trovato la prima parte molto lenta mentre la seconda mi ha davvero intrigato ed incuriosito, anche se il finale mi ha lasciato l'amaro in bocca. Tutto sommato trovo che sia un romanzo toccante e ricco di forti emozioni.


Ultima lettura che includo ma che non ho ancora terminato (sono quasi alla fine però XD) è La strana indagine di Thomas Winslow di Giacomo Festi. Un giovane scrittore che ha saputo dare un tocco di vera originalità al suo personaggio. Una storia tormentata, fatta di dubbi, paure e quesiti, spesso senza risposta, dove le storie, qualunque storia, sono le vere protagoniste.







Per quanto riguarda il campo cinematografico il primo film che ho visto è stato Lo chiamavano Jeeg Robot. Un Claudio Santamaria magistrale: venti parole dette con un'interpretazione meravigliosa. Così come la protagonista femminile Alessia (Ilenia Pastorelli). 
Enzo (Claudio Santamaria), per sfuggire a due poliziotti, si butta nel Tevere e viene a contatto con delle sostanze radioattive che gli donano una forza sovrumana. Enzo però è un uomo egoista, scontroso e burbero, che decide di utilizzare questo straordinario potere per il suo benessere, compiendo rapine. Tutto cambia però quando Enzo incontra Alessia, una ragazza problematica ossessionata dall'anime Jeeg Robot d'acciaio. Alessia insegnerà ad Enzo la forza dei sentimenti, nonostante il clima inquieto, cupo e malavitoso di Roma.

Secondo film Manchester by the sea, uscito da poco nelle sale che ha ricevuto molte nomination per Oscar (Casey Affleck si è aggiudicato il Premio Oscar come miglio attore protagonista e il film ha vinto nella categoria Miglior sceneggiatura originale).
Lee Chandler conduce una vita riservata lontano da tutti. Ha le sue abitudini, il suo precario lavoro e sembra non avere nessun legame affettuoso. La situazione cambia quando riceve la chiamata che sconvolgerà la sua vita: suo fratello Joe è deceduto dopo un attacco di cuore. Lee torna nella sua città natale, Manchester, per occuparsi del funerale ma soprattutto del nipote sedicenne Patrick (Lucas Hedges) di cui è stato nominato inconsapevolmente tutore.
Un film psicologico, che nasconde segreti inconfessabili che spiegano le caratteristiche dei personaggi e che lasciano in chi guarda un senso di smarrimento, confusione ed emozione.
Una delle caratteristiche del film è la lentezza: essenzialmente la trama in sé potrebbe essere raccontata in dieci minuti ma i silenzi, le inquadrature dei paesaggi, l'indifferenza del protagonista sono tutti elementi essenziali per l'acquisizione interiore della storia.

Terza ed ultima pellicola, Collateral Beauty, film drammatico del 2016 che vede come protagonista Howard (Will Smith), grafico pubblicitario che, dopo la morte di sua figlia, si trova a dover affrontare una vita sconvolta fatta di solitudine, depressione e di non accettazione della verità.
Sarà solo grazie ai suoi amici e colleghi Whit Yardsham (Edward Norton), Claire Wilson (Kate Winslet) e Simon Scott (Michael Pena) e all'amore, al tempo e alla morte che Howard riuscirà a comprendere ed accettare i propri sentimenti e ad affrontare il suo doloroso passato nel modo giusto.





Il mese di Febbraio è stato un mese molto positivo! Il primo libro che ho letto è stato Shinigami & Cupcake di Francesca Angelinelli. Il mio primo fantasy orientale, uno dei libri migliori che abbia letto nell'ultimo periodo! Un fantasy ben costruito, avvincente e originale! Qui la recensione.
E' stato poi il momento de La strana indagine di Thomas Winslow di Giacomo Festi, si tratta di un fantasy/noir molto singolare. Il protagonista, Thomas, fugge di storia in storia ma non sa né il perché né da chi sta scappando. Il bello arriva quando viene riportato nella sua storia originale. Thomas è un personaggio e sa di esserlo! Qui la recensione. Ve li consiglio entrambi! Tutte e due sono state per me delle piacevolissime sorprese, la dimostrazione che uscire dalla propria comfort zone di letture porta a nuove splendide scoperte!
La nota dolente del mese è La mustang rossa di Elisabetta Villaggio, la storia di due protagoniste nella Los Angeles di fine anni '80, non mi ha convinta, ho fatto fatica a terminarlo, sebbene siano meno di 200 pagine, ve ne parlerò presto in una recensione.
L'ultimo libro che ho letto è Beauty and the cyborg di Miriam Ciraolo. Non leggo spesso dei retelling, adesso che ci penso questo credo sia uno dei primi, ma questo è una rivisitazione de La bella e la bestia e mi incuriosiva parecchio. La sfida organizzata da Universi Incantati, a cui partecipo, prevedeva per il mese di Febbraio di leggere un libro selfpublishing, quindi ho colto al volo l'occasione e anche in questo caso si è rivelata una lettura piacevole! A giorni la recensione!





Per quanto riguarda i film, invece, in questo mese mi sono concentrata sui film nominati agli Oscar! Avrei voluto recuperarne di più ma c'è sempre tempo per rimediare, no?!
Il primo che ho visto è stato La la land, non è che non mi sia piaciuto è che mi ha lasciato una grande malinconia. Molti parlano di una storia d'amore, si ovviamente c'è ma non credo che il loro amore sia così forte, non hanno mai provato realmente a stare insieme una volta che le loro strade erano ben definite. L'amore per il successo, si quello è presente ed è il vero protagonista. Mi sono piaciute le interpretazioni di entrambi i protagonisti, Mia (Emma Stone) e Sebastian (Ryan Gosling), le ambientazioni e le canzoni che diventano parte integrante della narrazione. Ma, sebbene non abbia visto tutti gli altri film candidati come Miglior film, non l'avrei mai scelto come vincitore.
Ho poi recuperato Zootropolis, molto carino e divertente, a volte mi chiedo se questa nuova generazione di film di animazione siano realizzati più per gli adulti che per i bambini! La scena del bradipo, sebbene io la conoscessi già perché scelta in uno dei trailer, è stato qualcosa di incredibile, risate assicurate! Ho apprezzato la protagonista: una coniglietta che vuole diventare una poliziotta! Un "coniglio", un piccolo animaletto,  per giunta donna! Ma dimostrerà tutto il suo coraggio e la forza di volontà al fianco di...una volpe! Un film sul come sia importante nei rapporti con gli altri, il non basarsi sui pregiudizi che la mentalità della società ci impone.
Infine Barriere di Danzel Washington, oltre alla candidatura agli Oscar, il motivo principale per cui ho deciso di vedere questo rispetto agli altri è stata la mia amata Viola Davis! Sono felicissima per la vittoria come miglior attrice non protagonista. La scelta di inserirla in questa lista invece che tra i nomi delle attrici protagoniste per avere più opportunità si è rivelata lungimirante. Grande, grande Viola Davis, Oscar meritatissimo! Consigliato? Ni, ma voglio parlarvene più approfonditamente in un post a riguardo!



 
 
Com'è andato il vostro Febbraio? Cosa avete letto e cosa avete visto?


 

3 commenti:

  1. Anch'io sto preparando il mio monthly recap, spero di finirlo presto. Di tutto quello che avete elencato ho visto solo Jeeg Robot e Zootropolis e mi sono piaciuti entrambi - Zootropolis di più, anche perché per guardare Jeeg Robot mi ci sarebbero voluti i sottotitoli... non capivo una parola di quello che dicevano con quell'accento romano così stretto! XD

    RispondiElimina
  2. Ciao Ragazze! Io sto leggendo La moglie del califfo e concordo assolutamente con Deb l'atmosfera è proprio quella da mille e una notte. Mi sta intrigando parecchio e se il finale è amaro credo proprio che lo amerò! Vi terrò aggiornate! Lo chiamavano Jeeg Robot è pazzesco uno dei più bei film italiani degli ultimi decenni a mio parere! Marinelli poi io l'ho amato dall'inizio alla fine, ancora adesso ogni tanto vado a guardarmi la sua interpretazione di un'emozione da poco su YouTube! XD Per quanto riguarda gli Oscar anche io ho visto La La Land e Manchester by The Sea, il primo mi è piaciuto più del secondo perché l'ho trovato davvero originale e sorprendente e ovviamente mi é piaciuto anche il finale. Gli altri libri che avete citato non li conosco però conosco Giacomo Festi e lo stimo molto come cinefilo. La trama del suo libro sembra molto avvincente sono contenta che abbia così tanti consensi.
    Vi auguro un marzo altrettanto ricco di piacevoli letture e film! A presto! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...