giovedì 30 giugno 2016

In my wishlist #6: Books to read, movies to see

Buongiorno lettori!!
"I libri sono i migliori amici che l'uomo possa avere. Scegli quelli che preferisci; puoi contare su di loro in ogni momento; essi possono aiutarti nel tuo lavoro, nel tuo tempo libero, nei tuoi affanni. Li hai sempre vicino..." mai come in questo periodo sto vivendo tutto ciò sulla mia pelle. Tra una delusione e l'altra, loro ci sono sempre, a sostenerti, a farti compagnia...ad aiutarti. Chi considera i libri solo fogli di carta, si sbaglia di grosso e non sa quello che si perde!
Ok, mettiamo l'amarezza da parte e veniamo al succo del post di oggi!
Come avrete capito dal titolo oggi sono qui per farvi dare un'occhiata alla mia wishlist, come al solito vi mostrerò 3 libri che vorrei leggere, 2 film che vorrei vedere ed una serie tv che vorrei iniziare, aspetto come al solito le vostre opinioni in merito così da potermi fare un'idea!
LIBRI

La misura della felicità
di Gabrielle Zevin
Dalla tragica morte della moglie, A.J. Fikry è diventato un uomo scontroso e irascibile, insofferente verso gli abitanti della piccola isola dove vive e stufo del suo lavoro di libraio. Disprezza i libri che vende (mentre quelli che non vende gli ricordano quanto il mondo stia cambiando in peggio) e ne ha fin sopra i capelli dei pochi clienti che gli sono rimasti, capaci solo di lamentarsi e di suggerirgli di «abbassare i prezzi». Una sera, però, tutto cambia: rientrando in libreria, A.J. trova una bambina che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia; ha in mano un biglietto, scritto dalla madre: «Questa è Maya. Ha due anni. È molto intelligente ed è eccezionalmente loquace per la sua età. Voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei. Sono disperata». Seppur riluttante (e spiazzando tutti i suoi conoscenti), A.J. decide di adottarla, lasciando così che quella bambina gli sconvolga l’esistenza. Perché Maya è animata da un’insaziabile curiosità e da un’attrazione istintiva per i libri – per il loro odore, per le copertine vivaci, per quell’affascinante mosaico di parole che riempie le pagine – e, grazie a lei, A.J. non solo scoprirà la gioia di essere padre, ma riassaporerà anche il piacere di essere un libraio, trovando infine il coraggio di aprirsi a un nuovo, inatteso amore
 
 



Il respiro leggero dell'alba
di Rachel Simon
1968. In una notte di tempesta, qualcuno bussa alla porta della fattoria dove vive Martha, vedova, senza figli e maestra in pensione.
Sono un uomo di colore e una ragazza bianca, fradici e spaventati, in fuga da un famigerato Istituto nella contea vicina. Senza pensare alle possibili conseguenze, Martha li fa entrare in casa e offre loro tè caldo e abiti asciutti. Ma la polizia non tarda ad arrivare, e se l’uomo riesce a fuggire facendo perdere le proprie tracce, la ragazza viene presa in consegna e portata via dagli agenti. Prima di andare, però, la giovane sussurra una preghiera – «Nascondila!» – che sconvolgerà per sempre la vita di Martha. Perché ad attenderla in un angolo della soffitta l’anziana vedova trova una neonata della quale accetta di prendersi cura, in attesa che la madre, un giorno, possa tornare a riprendersela. Passeranno quarant’anni prima che ciò avvenga, e che i protagonisti di questa struggente, avventurosa storia d’amore tornino a incontrarsi.





Nel mare ci sono i coccodrilli
di Fabio Geda


Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l'incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, la Turchia e la Grecia. Un'odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l'ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età.Questa è la sua storia.




FILM

Due film opposti, di genere completamente diverso, uno un cult del 1990, l'altro uscito da poco, uno un film horror, l'altro un film di animazione: Misery non deve morire e Zootropolis, giusto per farvi capire quanto possano spaziare i miei gusti!



SERIE TV

Tra le serie tv che vorrei cercare di recuperare c'è Gotham!
Trama da Wikipedia: I detective del dipartimento della polizia di Gotham City, James Gordon e Harvey Bullock guidati dal capitano Sarah Essen, vengono incaricati di risolvere uno degli omicidi più sconvolgenti e di alto profilo a cui Gotham abbia mai assistito: l'assassinio di Thomas e Martha Wayne. Durante la sua indagine, Gordon incontrerà il figlio dei Wayne, Bruce, ora sotto la tutela del maggiordomo Alfred Pennyworth. Testimone del delitto è la giovane Selina Kyle (la futura Catwoman), che darà informazioni utili per trovare il killer. Lungo il suo cammino da detective, Gordon dovrà confrontarsi con diversi boss della mafia (alcuni dei quali appartenenti alle story board originali, come Carmine Falcone e Sal Maroni, altri inventati per la serie come Fish Mooney e Butch Gilzean), e con quelli che saranno i futuri super cattivi dell'universo di Batman, tra i quali, Oswald Cobblepot (detto Pinguino), Edward Nigma, Ivy Pepper, Harvey Dent e Jonathan Crane coloro che, rispettivamente, diverranno l'Enigmista, Poison Ivy, Due Facce e lo Spaventapasseri.





Avete letto questi libri oppure visto i film?

2 commenti:

  1. Il respiro leggero dell'alba è nel lettore da un anno ma ancora non l'ho letto!

    RispondiElimina
  2. Gotham te la consiglio davvero! Mi piacciono molto le ambientazioni, i personaggi sono ben caraterizzati, ottimo cast, sono curiosa di scoprire cosa accadrà nella prossima stagione! Il Pinguino è il mio personaggio preferito!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...