lunedì 16 maggio 2016

Recensione - Out of the Blue Rinascere mamma di Valentina Colmi

__________________________________________
 
Out of the Blue
Rinascere mamma
di Valentina Colmi
_________________________________
 
 
Valentina Colmi, blogger del seguito blog www.post-partum.it in Out of the blue - Rinascere mamma, con prefazione di Marilde Trinchero, ci racconta la sua storia, la storia di una donna che vuole diventare mamma e lo vuole subito. Di una mamma che soffre di depressione post – partum, che si ritiene una pessima mamma e che trova la forza di chiedere aiuto. Valentina si mette a nudo, non nasconde ansie, presunti errori e paure; si racconta, e lo fa senza filtri o scuse. 
L’autrice sceglie accuratamente ogni singola parola, ma leggendola si ha la netta impressione che la depressione post-partum non è post ma un durante, il parto è la molla che la fa emergere, ma lei è lì fin da prima, lì che attende di venire affrontata.

Non riesco ad avvicinarmi a Paola. È come se fossi paralizzata. Quasi faccio fatica a guardare la sua cullina, non voglio prenderla in braccio. Sono così sconvolta per quello che mi è accaduto che non ho la forza per curarla. Non a caso il primo cambio di pannolino lo ha fatto mio marito da solo. Certo, so di non essere la prima donna ad aver subìto un cesareo, ma è il fatto di non avere controllo sul mio corpo che non riesco ad accettare. Senza considerare che attorno a me nessuno sembra rendersi conto che per potermi occupare degnamente di mia figlia io debba un minimo riposare. Mi pare che siccome sono diventata mamma allora non ho più alcun diritto. Tutto ciò che importa è la salute della bambina, che per fortuna è nata sana; io invece vengo quasi considerata come il contenitore da mettere in disparte una volta che il contenuto è venuto alla luce. Non mi piace essere mamma, perché io voglio prima di tutto che curino me stessa. Non riesco a pensare ad altro se non a riprendermi, ma senza Paola. 


Queste mamme, le mamme che stanno affrontando lo stesso dolore di Valentina, hanno diritto di venire ascoltate, aiutate. È un equilibrio difficile, ma possibile.

RECENSIONE
 
La gravidanza e la nascita di una nuova vita, per ogni donna, è vista come una benedizione, un evento positivo che non può portare altro che gioia e felicità nelle vite dei novelli genitori. Non può essere diversamente.
E questa è anche la convinzione con cui è cresciuta Valentina. Quello che non sa, quello che non immagina neanche lontanamente, è che questa regola non vale per tutti...
 
Entro in sala operatoria con una certa apprensione mista a incredulità: tra poco diventerò madre, ma sta succedendo tutto troppo in fretta, sebbene sia in ospedale dalla notte precedente. Non avrebbe dovuto accadere così, non nel freddo di una stanza con attorno chirurghi e personale medico che stanno per tagliarmi la pancia. Non c'è niente di ciò che sapevo. Perché mi hanno detto che sarei stata una donna potente, forte, capace di dare la vita, mentre in realtà il mio corpo non ha lavorato a dovere? Perché proprio il mio corpo mi ha tradito?
 
Valentina è una neo mamma trentenne che si trova ad affrontare quello che dovrebbe essere uno dei momenti più belli della sua vita tra paure e difficoltà.
Out of the Blue è una storia struggente, di un amore tanto intenso quanto complicato da esprime, è un racconto drammatico, ricco di sentimenti ed emozioni.
La paura di Valentina di confrontarsi con un mondo che non ammette errori la rendono fragile e sfiduciata, tanto da non aver nessun motivo valido di alzarsi dal letto la mattina e vivere una nuova giornata.
Valentina si sente sola. Nonostante l'amore dei suoi cari, la presenza costante del suo compagno, Valentina si sente giudicata, non è pronta a condividere i suoi problemi con una società che non concepisce i suoi pensieri e le sue paure, che la liquidano con frasi fatte e di circostanza. Valentina ha bisogno di un aiuto vero.
 
Quand'è che tornerò come prima? Mi chiedo. Non voglio vedere delle foto della me stessa di qualche tempo fa perché stento a riconoscermi. Serve a ricordarmi che non ci sono più. A volte mi sveglio e vado allo specchio e cerco di ritrovare la mia immagine interiore, quella della leggerezza e della spensieratezza. Riflessa vedo solo una donna di 80 chili per un 165 cm di altezza, imbolsita e incattivita da un evento che tutti descrivono come il più bello della propria vita. La mattina - magari dopo la notte insonne - provo ad alzarmi presto per andare a correre, ma ancora una volta il corpo mi abbandona: è troppo grosso, il cuore non regge allo sforzo e a me pare di soffocare. Decido allora di non fare più nulla: in realtà non è il fisico ad avermi lasciato, ma la mia mente, sempre più alla deriva in un altrove che non è quello della mia vita di mamma.
 
Proprio quando ogni speranza sembra persa, arriva in suo soccorso Mara, che sa donarle tutto ciò di cui ha realmente bisogno.
Ma se Valentina è riuscita ad risalire dall'oscurità in cui stava lentamente scivolando è solo grazie alla sua determinazione e al suo coraggio.
Una donna con la D maiuscola, che riesce ad ammettere le sue debolezze e tutti i suoi limiti, che sa che non può uscirne da sola, che non nasconde chi è veramente, e che sa donare tutto il suo amore ad una creatura che ne abbisogna.
Nonostante non conosca l'emozione di diventare mamma, ammiro moltissimo Valentina per la sua forza di volontà e per il suo spirito combattivo verso una malattia che miete sempre più vittime, spesso inconsapevoli.
Quello che Valentina ci insegna è che c'è sempre una speranza, anche quando tutto ci sembra perso, comprese noi stesse.
 
Non c'è stato mai nulla che mi abbia cambiato di più. Io sono grata a Paola, anche se all'inizio non lo sapevo. Lei è la mia bambina speciale: attraverso la sua crescita, i suoi progressi, il suo imparare quotidiano, io imparo. Sono i figli che molto spesso insegnano a noi genitori.
 
Ringrazio con tutto il cuore l'autrice, Valentina Colmi, e la Lazy Book per avermi dato la possibilità di leggere un racconto così toccante ed intenso, che scavalca le strutturate apparenze e arriva dritto alle corde più profonde dell'anima.
 
Buona lettura!
 
 
 
 
L'autrice.

Valentina Colmi, nata a Milano nel 1982, è giornalista freelance per la carta stampata e per il web. Nel 2014, dopo la nascita di sua figlia Paola, fonda www.post-partum.it, un sito per aiutare tutte le mamme che come lei hanno avuto la depressione post partum. 
Con Lazy BOOK ha pubblicato Out of the blue - Rinascere mamma. 

La casa editrice.
Lazy Book (Pigro libro), specializzata in libri digitali, nasce nel 2014 dall’amicizia trentennale fra Mariantonietta Barbara e Donato Colafiglio. L’omino appeso all’orologio, che non si è ancora accorto di aver sospeso il suo tempo, si è trovato queste pagine tra le mani, questi bit veloci che velocemente lo hanno rallentato, nei suoi pensieri e nella sua giornata, e lui si è lasciato tentare. Alla fine è rimasto lì o meglio altrove, ovunque lo abbiano portato i suoi sogni e la fantasia dello scrittore appena incontrato.

 
 


3 commenti:

  1. Ciao! Sono Valentina Colmi, l'autrice. Grazie per questa bellissima recensione!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Sono Valentina Colmi, l'autrice. Grazie per questa bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina! Grazie a te per avermi fatto provare forti emozioni.
      Ancora complimenti. :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...