giovedì 3 marzo 2016

Recensione Un ricordo dal passato di Alice De Checchi

 

_________________________________

 
     Un ricordo dal passato
di Alice De Checchi
_________________________________
 
Casa editrice: Lettere animate editore
Genere: narrativa/romanzo rosa
Numero di pagine: 252
Prezzo ebook: 1.99€
Prezzo cartaceo: prossimamente anche in cartaceo
Link d'acquisto.
 
 
Sinossi. Alice Alighieri vive a Padova e dopo la laurea in lettera ha un sogno: diventare giornalista. L'occasione per farlo le si presenta con un tirocinio presso il giornale "Le Ricerche" ma il suo capo Anna Ciampoli le mette il bastone sulle ruote e le assegna svariate mansioni che però non sono in linea con il lavoro da giornalista. Alice decide di tenere duro prima o poi avrebbe avuto la possibilità di dimostrare quanto valeva, bastava aspettare il momento giusto. Ma quando arriva, non riesce a sfruttarlo al meglio per un equivoco, il suo primo articolo viene pubblicato con il nome di un collega. Alice ha un'ultima chance, Anna, chiamata da tutti in redazione con il soprannome di "madame dei poveri", le assegna un importante compito scrivere un articolo sulla storia che lega due amiche, Clara Bisutti e Sara Raposo.
L'unico problema è che le due non si vedono da più di sessant'anni, da quando negli anni Cinquanta Sara e la sua famiglia emigrano in Canada. Come mai le due non si sono più scritte?
 
RECENSIONE
 


 
Alice è una ragazza di Padova. Con un cognome così, Alighieri, non poteva che laurearsi in Lettere. Il suo più grande sogno è quello di diventare giornalista.  Dopo aver mandato tanti curricula finalmente riesce a trovare un'occasione presso Le Ricerche", con la caporedattrice del giornale Anna Ciampoli, "una donna molto competente ma come dire...con un carattere assai particolare e a volte un po' irascibile". Ma ben presto si accorgerà che il lavoro in queta redazione non c'entra niente con il lavoro dei suoi sogni.
Per molti versi mi ha ricordato la relazione tra Miranda e Andy de Il diavolo veste Prada, in cui Andy è la donna tuttofare, ai piedi del capo.
Anche dal punto di vista sentimentale, la vita della giovane protagonista, non è tutta rose e fiori. Alice sta con Mattia, un ragazzo conosciuto tra i banchi di scuola. All'inizio non le era sembrato così antipatico ma, con il tempo sono emerse le loro enormi differenze caratteriali. Nonostante Matilda, la sua migliore amica, abbia cercato in tutti i modi di convincerla a lasciarlo, Alice non è ancora pronta ad un passo del genere. Ma una nuova persona entra a far parte della vita di Alice: Gianluca, l'unico all'interno della redazione che si è avvicinato alla protagonista, e con lui la possibilità di dimostrare quanto vale. Ma anche questa volta il destino rema contro di lei e per varie vicissitudini tornerà ad essere una "segretaria".
Ma forse per nascondere un segreto di cui Alice viene a conoscenza, Anna Ciampoli decide di dare una seconda possibilitàò alla ragazza. Un'amica di Anna, Beatrice Rossi, è molto legata alla nonna Clara Bisutti, attualmente molto malata, e vorrebbe esprimere il suo ultimo desisderio, ritrovare l'amica di infanzia Sara, emigrata in Canada con tutta la famiglia per cercare fortuna. Quello che Anna chiede ad Alice è di andare in Canada, ritrovare Sara e i suoi parenti e raccontare la loro storia. Per fare questo ha tre mesi, solo se avrà portato a termine la sua missione potrà tornare in redazione. Alice decide di partire per dare così una seria opportunità al suo più grande sogno anche se, ancora una volta, le condizioni non le sono proprio favorevoli.
 
Inizia quindi il suo viaggio che la porterà a scoprire non solo la verità tra Sara e Clara ma le darà ancora più forza per credere nei suoi sogni.
Ad accompagnarla in questa avventura ci sono Lia, che diventerà un'amica e Tyler, con il quale instaurerà molto più di un'amicizia. La permanenza in Canada, infatti, non è fatta solo di investigazioni ma si dà ampio spazio anche alle passioni e ai sentimenti. Tyler, così diverso da Mattia, metterà in difficoltà la nostra Alice.

 
La storia nella storia rende il lettore doppiamente curioso. Da una parte ci sono le vicende di Alice e, dall'altra, la verità da scoprire. E' impossibile non affezionarsi e, in qualche modo, non immedesimarsi nella protagonista: Alice è una ragazza semplice, dolce, forte e si dimostrerà anche molto determinata. E' l'unica tra i personaggi che riusciamo a conoscere. Essendo la narrazione in prima persona riusciamo a scoprirla attraverso i suoi pensieri, i dubbi, le inquietudine, le ansie, ma anche i pensieri positivi e le soddisfazioni che ci guidano per tutto il romanzo. Attraverso i suoi occhi conosciamo gli altri personaggi, anche grazie alle descizioni molto dettagliate. Un aspetto che avrei voluto fosse approfondito maggiormente sono le personalità dei personaggi (tranne la protagonista).
Molte volte mi è sembrato che la narrazione, piuttosto semplice e lineare, fosse una semplice elencazione dei fatti accaduti, senza un minimo accenno ai sentimenti e alle sensazioni (del tipo: succede questo, poi questo e infine questo).
Nonostante questo aspetto il romanzo mi è piaciuto, magari scontato in qualche punto ma sicuramente sorprendete in altri.
 
Oltre all'amore e all'amicizia, Un ricordo dal passato, pone l'attenzione su un tema che non viene spesso affrontato: le emigrazioni degli italiani nel dopoguerra. Tanti furono coloro che decisero, a causa della povertà, di andare a cercare fortuna all'estero. Disperati ma anche tanto coraggioso perché spesso significava lasciare, forse per sempre, parenti, amici e persone care. Le lettere di Sara e Clara, scambiate negli anni delle emigrazioni, attraverso cui ci vene raccontata la loro amicizia, rendono estremamente reale questo tema.
 
Un ricordo dal passato è anche una storia di speranza, come ci insegna Alice, non bisogna mai scoraggiarsi difronte alle difficoltà. Se siamo sicuri dei nostri sogni non dobbiamo lasciarsi scalfire da nessuno perché prima o poi si realizzeranno.
 
Un ricorda dal passato è il romanzo d'esordio di Alice De Checchi e, sono sincera, questo si nota nel suo stile di scrittura semplice e poco caratterizzato ma credo che con il tempo e l'esperienza questa giovane autrice possa creare delle belle storie.
 
Biografia.
Alice De Checchi nasce nel 1989, si è diplomata in ragioneria e vive attualmente in un paesino in provincia di Padova. Quando era ancora una bambina aveva già sviluppato un nutrito numero di passioni tra le quali l'archeologia, la cucina, la musica e il cinema, ma quella più forte è stata sicuramente quella per i libri. La lettura ha sempre fatto parte di lei mentre la scrittura è arrivata con il tempo, ha iniziato con il recensire nel network letterario Qlibri dei romanzi e nel febbraio 2015 ha aperto un lit blog personale thebooksofalice.blogspot.it e uno in comune con Valentina Bellucci suitcasedilibri.blogspot.it.
 
Per contattarla: alicedc89@gmail.com
 
Link autrice.
 http://suitcasedilibri.blogspot.it/ (con Valentina Bellucci)
 

1 commento:

  1. Grazie mille per la recensione apprezzo la vostra onesta e sono contenta che in fondo la storia vi sia piaciuta!
    Alice

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...