giovedì 26 novembre 2015

Recensione - Lie4me, professione bugiarda di Mariachiara Cabrini

 
__________________________________
 
LIE4ME, professione bugiarda
di Mariachiara Cabrini
_______________________________________

Editore: Harlequin Mondadori
Collana: Elit
Formato: Digitale
Prezzo: 3,49 euro
 
Trama. Proprio come l'Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo. La sua missione è migliorare le vite altrui... una bugia alla volta. Vuoi mollare il tuo fidanzato ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina, e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perché mentire paga, e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perché racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto. Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. In tutti i sensi.
 
 
RECENSIONE

La copertina e i colori dominanti, espimono il contenuto del romanzo.
"Lie4me, professione bugiarda" è un chick-lit, un romanzo rosa, divertente, simpatico, con un pizzico di romanticismo ed un tocco di giallo che lo rende avvincente ed originale. Cominciando dalla protagonista!
Alice Schiano ha 33 anni e nella vita fa l'accomodatrice di vite. Alice è convinta che tutti mentano e se qualcuno diventasse un bugiardo di professione, che mente al posto della gente? Ecco che allora, in tempo di crisi, grazie alla sua creatività e alla bravura a mentire, diventa una bugiarda professionista! 
 
[...] risolvo i problemi della gente, semplificando le loro esistenze. Avete un problema? Mi chiamate e io ve lo risolvo in cambio di una modifica cifra per i miei servigi. Ovviamente non mi occupo di qualunque tipo di problema. Nono chiedetemi di prestarvi dei soldi, per esempio. Per quello esistono le banche e gli strozzini. Io al massimo posso chiedere in vostra vece un prestito a terzi. Sono un asso nel convincere genitori e nonni a essere più generosi con figli e nipoti. Non chiedetemi di venire a letto con voi. Per quello ci sono le escort, basta pagare. Posso aiutarvi a sedurre una donna, ma se avete un'urgenza, non garantisco successi immediati. Non chiedetemi neppure di mentire ai politici, perché sono fuori dalla mia portata. I bugiardi professionisti sanno riconoscere i loro simili alla prima occhiata
 
Alice è estrosa e senza regole, e a cercare di tenerla a bada c'è Giulia Veghini, "una bionda di ghiaccio", la sua segretaria. Per descrivere il loro rapporto utilizzerò un'equazione: Alice sta a Pinocchio come Giulia sta a Grillo parlante. Giulia è un po' la sua coscienza, cerca in tutti i modi di portarla continuamente sulla retta via, di ricordarle gli appuntamenti, di richiamare quel povero disgraziato del suo fidanzato ma niente, Alice vive continuamente secondo le sue regole. Alice ed Edoardo hanno una relazione perfetta, secondo quanto dice lei, ovviamente....
 
Edoardo e io abbiamo una relazione perfetta, senza complicazioni di alcun genere. Io ho il mio appartamento, lui il suo, io la mia vita, lui la sua. Senza che le due si debbano mescolare troppo. Quando va bene a entrambi ci vediamo e stiamo insieme, godendo della reciproca compagnia. E se invece voglio starmene per conto mio, lui non mi stressa, né mi fa troppe domande. O almeno, era così fino a poco tempo fa.

Edoardo cerca infatti di fare un passo avanti nel loro rapporto ma Alice cerca sempre un modo per svignarsela, cambiando discorso oppure evitando di rispondergli, ma sa che prima o poi dovrà fare i conti con questa situazione.

La vita di Alice scorre tranquilla tra parrucche, travestimenti, attori e discussioni con Giulia, quando una mattina rimane vittima di un attentato.
Da questo momento la sua vita cambierà e dovrà riesaminare tutto ciò che la circonda... qualcuno la vuole morta!
Ma sembra qualcosa talmente impossibile che nemmeno lei ci crede! A cercare di farglielo capire ci saranno Giulia (e chi altri sennò?) e l'ispettore Donati! Tra Thomas Donati e Alice ci saranno dei veri e propri siparietti. Nonostante lui cerchi in tutti i modi di svolgere il suo lavoro, l'irriverenza, la caparbietà e, a volte, l'ingenuità della protagonista manderanno a monte tutti i suoi piani. D'altra parte, quel "qualcuno" che vorrebbe farla fuori, potrebbe essere legato ai suoi clienti, questo significherebbe dover cambiare lavoro. Mai avrebbe pensato di cacciarsi nei guai facendo l'accomodatrice!
Così, parallelamente alle indagini della polizia, ci sono quelle di Alice. Ed ecco qui che entra in gioco il fattore "giallo". La narrazione prende infatti una piega poliziesca, con sospettati, prove ed ipotesi fino ad arrivare al vero colpevole, ovviamente insospettabile!

L'originalità del romanzo sta proprio in questo. Accanto all'aspetto "romance" delle vicende personali e sentimentali della protagonista c'è tutta la parte più misteriosa ed intrigante che riguarda le indagini, senza tralasciare mai l'ironia! "Lie4me" è infatti uno dei romanzi più divertenti che io abbia letto recentemente. Non solo per la protagonista talmente assurda, a volte, da sembrare buffa e bizzarra che si ficca continuamente nei guai, quasi sprezzante del pericolo, ma anche per tutti gli altri personaggi, principali e secondari. Le sfuriate di Donati, i clienti sospettati e le persone che gli sono attorno, tutto crea situazioni comiche! In più, ho apprezzato anche che tutta la parte rosa della storia, che non risulta mai sdolcinata o finta!

Lie4me è un romanzo breve che si legge velocemente e davvero piacevole! Consigliatissimo!

 

L'autrice.
Mariachiara Cabrini si definisce una lettrice compulsiva. Ormai da sette anni gestisce, con il nickname WEIRDE, un blog dedicato alle sue letture: “L’arte dello scrivere… forse” e si è anche cimentata nella scrittura pubblicando i romanzi: Imprinting love (Zerocentoundici Editore, 2010), La Fiamma del destino (Lulu.com editore, 2011), Le rocambolesche avventure di una lettrice compulsiva (Ilmiolibro.it, 2012), I colori della nebbia, scritto a quattro mani con Francesca Cani (Harlequin Mondadori, 2013).















8 commenti:

  1. E' piaciuto molto anche a me c:

    RispondiElimina
  2. ne ho letto bene ovunque di questo libro...
    mi stanno convincendo tutte queste buone recensioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io proverei a dargli un'opportunità ;)

      Elimina
  3. Non l'ho ancora letto, ma ne scrivete tutti molto bene, sono curiosa =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a leggerlo, dopo tutto è anche una lettura breve!! ;)

      Elimina
  4. Sono ancora più curiosa di leggerlo! ^^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...