martedì 21 luglio 2015

Teaser Tuesdays #13 - La verità sul caso Harry Quebert

Buongiorno a tutti e buon Martedì!
Nuovo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesdays:

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso
  • Condividi un breve estratto da quella pagina
  • Attenzione a non fare spoiler!
  • Riporta anche il titolo e l'autore del libro così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto

  •  
    Il libro che sto leggendo è La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker. Un giallo davvero molto coinvolgente. Ho letto tantissimi pareri positivi e devo dire che per il momento confermo tutto. Credo di finirlo entro oggi, mi manca l'ultimo centinaio di pagine e i colpi di scena non sono ancora finiti!
     

    Roy barnaski mi telefonò la mattina di sabato 28 giugno.
    "Caro Goldman," mi disse "sa che giorno è lunedì prossimo?"
    "Il 30 giugno"
    "Il 30 giugno. Proprio così. E' incredibile come corre il tempo, non trova? Il tempo è passato, Goldman. E cosa succede il 30 giugno?"
    "E' la giornata nazionale delle bevande gassate," risposi. "Ho appena letto un articolo in proposito."
    "Il 30 giugno scade il termine di consegna, Goldman! Ecco cosa succede. Ho appena parlato con Douglas Claren, il suo agente. E' fuori di sé. Dice che ha smesso di chiamarla perché non serve a niente. 'Goldman è un cavallo pazzo', mi ha detto. Noi facciamo il possibile per tenderle una mano, per trovare un accordo, ma sembra che lei preferisca galoppare alla cieca e andare a sbattere contro un muro".
    "Tendermi una mano? Lei vuole che m'inventi una specie di romanzetto erotico su Nola Kellergan."
    "Sempre esagerato, Marcus! Io voglio solo divertire il pubblico. Fargli venire voglia di comprare un libro. Le persone comprano sempre meno libri, tranne quando trovano qualche storia morosa che le ricollega alle loro pulsioni peggiori."
    "Non ho nessuna intenzione di scrivere un libro-spazzatura solo per salvarmi la carriere."
    "Come vuole. Allora le spiego cosa succederà il 30 giugno: Marisa, la mia segretaria, che lei conosce bene, verrà nel mio ufficio per la riunione delle 10 e mezzo. Ogni lunedì, alle 10 e mezzo, Marisa e io riepiloghiamo le principali scadenza della settimana. Marisa mi dirà: 'Marcus Goldman doveva consegnare il manoscritto entro oggi. Non abbiamo ricevuto niente'. io assentirò con aria grave, probabilmente passerò lasciare qualche ora, cecando di rimandare il mio orribile dovere finché, verso le diciassette e trenta, con la morte nel cuore, chiamerò Richardson, il responsabile dell'ufficio legale, per informarlo della situazione. Lo incaricherò di istituire immediatamente un procedimento civile a suo carico per inadempienza delle clausole contrattuali e di presentare una richiesta di danni per dieci milioni di  dollari."
    "Dieci milioni di dollari? Ma è ridicolo!"
    "Ha ragione. Facciamo quindici!"
    "Barnaski, lei è un coglione."
    "Eh no, su questo si sbaglia, Goldman: il coglione è lei! lei vuole giocare nel campetto degli adulti ma senza rispettare le regole. Lei vuole giocare nella NHL ma si rifiuta di partecipare alle qualificazioni, e questo non sta bene. Sa una cosa? Con i soldi del suo processo, pagherò profumatamente un giovane scrittore molto ambizioso per fargli raccontare la storia di Marcus Goldman, ovvero di quel tizio promettente ma pieno di buoni sentimenti, che riuscì ad affondare la propria carriera e il proprio futuro. Verrà a intervistarla nella sua catapecchia della Florida, dove lei vivrà da recluso tracannando whisky sin dal primo mattino per impedirsi di ripensare al passato. A presto, Goldman. Ci vediamo in tribunale."
    Riattaccò.
     
    Avete letto il libro? Cosa ne pensate?
     




     
     
     
     

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...