mercoledì 29 aprile 2015

Revenge 4x21 - Aftermath

La storia si ripete. E' proprio il caso di dirlo dopo questo nuovo episodio di Revenge.
Stiamo giungendo al termine della stagione, la prossima puntata sarà la penultima, e forse anche alla fine della serie e il cerchio si sta stringendo intorno ad Emily.

Come abbiamo visto dall'ultimo episodio, Victoria Grayson ha deciso di dire addio per sempre a questo mondo e lo ha fatto alle sue condizioni: facendo esplodere la Grayson Manor, riprendendosi tutto quello che Emily/Amanda le aveva tolto.

Amanda è sconvolta, aveva sì sperato di vederla bruciare, ma non avrebbe mai pensato una cosa del genere in questo momento.
Ed è ancora più turbata quando, alla luce del giorno, i vigili del fuoco, scoprono un corpo nelle macerie con un oggetto: l'anello di fidanzamento che Pascal aveva dato a Victoria.
La conferma viene dai risultati degli esami effettuati sui resti del corpo: Victoria è morta nell'incendio.

Amanda non riesce a capacitarsi del gesto estremo che ha compiuto Victoria. Parlando con Nolan, sembra quasi impossibile che tutto si sia concluso così.
La serenità per Amanda dura pochissimo.
Un "vecchio amico", come l'ha definito proprio lei, torna per mettere in pari le loro vicende.
Mason Treadwell è rimasto molto deluso dal comportamento di Amanda e cerca la sua personale vendetta. Chiede un incontro con Amanda. I due si vedono di nascosto nella macchina di lei e la richiesta di Mason è chiara: vuole il suo nome ripulito entro 2 giorni.
C'è solo un problema, per il mondo Mason è morto!

Amanda sfrutta l'incendio. Nolan prepara per lui dei documenti falsi che attestano che il colpevole dell'omicidio di Gordon Murphy è Conrad, li porta al procuratore dicendo di averli trovati mentre cercava nelle macerie.
Mason è sistemato.

Jack prova con tutto se stesso a non affrontare l'argomento Amanda, ma la notizia dell'incendio arriva anche a Los Angeles. Si sente con Nolan e, anche se con sua madre cerca di fare finta di niente, il suo pensiero va comunque negli Hamptons. Ma il suo allontanamento ha vita breve, è infatti costretto a tornare.


Margaux e Louise non riescono a credere che Victoria si sia tolta la vita. Si ritrovano nel suo appartamento e fanno una scoperta che cambierà le sorti della situazione.
La porta è stata forzata e ci sono delle macchie di sangue.
Il caso passa da suicidio ad omicidio.

3 le persone che vengono interrogate: Amanda, David e Jack. Le più vicine alla vittima e le più sospette.
Ben segue il caso ed è proprio lui ad interrogare Amanda, la quale ha un alibi, la sera dell'incendio si trovava con Mason. Non poteva trovarsi in una situazione più assurda, dato che l'unica persona che potrebbe salvarla è praticamente morta. Cerca di convincere Ben dandogli le chiavi della sua macchina per farla analizzare e cercare così possibili tracce di Mason.

Nel momento in cui Amanda esce dalla stanza dell'interrogatorio incontra Jack, tra i due c'è imbarazzo, entrambi cercano di stemperare la situazione con qualche battuta, ma quando Amanda chiede a Jack di incontrarsi, lui le dice addio e che finito l'interrogatorio avrebbe preso il primo volo per tornare a Los Angeles.


Ben interroga anche Jack. La tensione tra i due è palpabile. Il detective crede in un possibile coinvolgimento di Jack, come aiutante di Amanda, il
suo allontanamento la stessa notte dell'incendio è più che sospetto. Ma Jack continua a ripetere di non aver fatto niente. In via ufficiosa, chiede a Ben se occuparsi di un caso che riguarda la sua ragazza non sia conflitto di interessi.
Già, perché Jack non sa che Amanda ha scelto lui e che ha cercato di fermarlo all'aeroporto. Ad informarlo è lo stesso Ben.

L'unico ad avere un alibi valido è David: quella notte si trovava in ospedale per la chemio. Amanda lo viene a sapere per caso e si dirige subito all'ospedale. David è spaesato quando la vede, ma c'è poco da spiegare, ha voluto tenere nascosta la sua situazione ad Amanda per cercare di proteggerla adesso che sembrava che tutto fosse finito, adesso che Amanda cominciava ad essere felice.
Ma, a quanto pare, la ragazza non è ancora destinata ad incontrare la felicità.

Mason la contatta, dicendo che questa sarà l'ultima volta che i due si sentono, la "ringrazia" per averle ripulito il nome ma allo stesso tempo si vendicherà del comportamento che ha avuto con lui. Non la aiuterà di certo, anzi, la metterà ancora di più nei guai.
Le invia un video girato direttamente da Victoria la sera del suicidio, in cui le spiega che come Amanda, anni fa, aveva provato ad incastrarla per il suo omicidio la notte delle nozze con Daniel, adesso la ripagherà con la stessa moneta. Con una differenza: Victoria ha il coraggio di uccidersi.



La polizia non tarda ad arrivare. Ben e la scorta si precipitano in casa di Amanda. I rilevamenti nella macchina hanno portato alla scoperta di sangue e capelli di Victoria.
Amanda viene ammanettata e portata via.
Sulle scale c'è Jack, che impotente, guarda Amanda che viene portata via dalla polizia, mentre grida la sua innocenza e che è stata incastrata.

 
 
Lunedì 3 maggio il prossimo episodio.
 
 
 
Prima di chiudere il post, voglio dire una cosa che non mi è andata proprio giù. Passi l'accanimento dell'ultimo minuto contro Amanda, tutto molto veloce. Passi il linfoma di David. Ma Nolan...aveva l'occasione per essere felice. Finalmente con Tony avrebbe avuto l'opportunità di cambiare pagina. E invece non si sa per quale motivo, non può! Dato che tutto ciò non sarebbe andato ad intaccare la trama principale, non poteva esserci un po' di serenità per lui?! Spiegatemelo!



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...