mercoledì 25 marzo 2015

Recensione Revenge 4x16 Retaliation

Con il sedicesimo episodio della quarta serie di Revenge, Retaliation, siamo tornati agli albori della serie, a quando l'azione e i colpi di scena erano i protagonisti, e se a tutto questo aggiungiamo una morte, la questione si fa molto interessante. Ma andiamo con ordine.

Vediamo subito Victoria e Natalie fuori dal tribunale. Victoria ha perso: l'eredità di Grayson Senior è tutta della nuova arrivata negli Hamptons. Lyam viene licenziato all'istante, ma nonostante questo, Victoria non si dà per vinta, vuole ottenere a tutti i costi quelli che le spetta.


 
Protagonista dell'episodio è ancora la revenge, la vendetta, di Margaux. La francese continua imperterrita nel suo piano di distruzione di Emily e questa volta è Ben ad essere al centro del suo mirino. Abbiamo la possibilità di scavare nel passato dell'agente Hunter. Scopriamo che l'ex moglie si è allontanata da lui, che si è rifatta una vita, ma fugge da un uomo. Margaux sfrutta proprio quest'ultimo fatto per incastrare Ben, nel caso in cui non le consegnerà quello che gli chiede, chi ne pagherà le conseguenze sarà proprio l' ex moglie.
Così il poliziotto le consegna il certificato di nascita di Amanda Clarke.
Momento di sproloqui e insulti vari..."Traditore!" "Venduto!"...
Ma che, per fortuna, dura pochissimo, giusto il tempo del cambio di scena. Si tratta infatti di una mossa in perfetto stile Nolan-Emily: grazie a Ben, riescono a registrare tutto quello che è successo nell'ufficio di Marguax. Il certificato era ovviamente falso.
A questo punto non c'è tempo da perdere, nel momento in cui Margaux si accorgerà del falso, non tarderà a far scattare l'azione punitiva, bisogna fare in fretta e prima che possa capitare qualcosa all'ex moglie di Ben.
Emily non ci pensa due volte, accompagna il poliziotto nella missione e, seppur con qualche iniziale titubanza da parte dell'ex-moglie, riescono nel loro intento e sconfiggono l'uomo che aveva intenzione di ucciderla, dimostrando così una grande complicità e una sempre più marcata somiglianza. Il passato del poliziotto non è poi così chiaro, i suoi segreti sono stati svelati tutti in questa puntata oppure dobbiamo aspettarci altre sorprese dall'uomo che sta cercando di aprire un varco nel cuore della nostra Emily?


Continua anche il cambiamento di Victoria.
Natalie nasconde qualcosa, non convince, perché è arrivata così improvvisamente? Solo per sbandierare la sua ricchezza davanti alla "povera" Victoria? A quanto pare no, e a smascherarla è proprio la rivale. Natalie cerca di avvicinarsi sempre di più a David, mostrandosi disponibile ed interessata a conoscerlo meglio, fino alla festa organizzata proprio da Natalie per il 4 luglio. Durante i festeggiamenti viene finalmente fuori la vera Natalie: è l'ennesima amante di Conrad e con la morte del padre è riuscita ad ottenere i soldi che le spettavano. Tutto quello che le rimane da fare, prima di allontanarsi, è quello di rovinare David e la sua reputazione. L'unico errore che commette Natalie è quello di sottovalutare Victoria.
Rimasta da sola in una stanza, Natalie inscena un tentativo di violenza da parte di David (davvero poco credibile, con una recitazione che sfiora il ridicolo) e confessa le sue vere intenzioni. Victoria, dietro di lei, registra questa sua confessione, mettendola con le spalle al mure ed ottenendo l'eredità; eredità che riutilizzerà per un nobile scopo: riabilitare il nome di Daniel.

Ma i veri colpi di scena ci sono alla fine.
Dopo il licenziamento, Lyam torna da Louise e, quasi supplicandola, si fa accogliere in casa sua, cioè di Nolan, scatenando la prima crisi matrimoniale tra i due (ma non era solo un finto matrimonio?!). Nolan non si fida di Lyam, non lo vuole in casa. E sappiamo bene che l'istinto di Nolan difficilmente sbaglia. Lyam è infatti il nuovo alleato di Margaux e, per ottenere la sua fiducia deve recuperare le informazioni dal computer di Nolan. 
La storia sembra ripetersi per Louise.
Proprio mentre Lyam sta per terminare la sua missione, viene sorpreso dalla sorella. I due hanno uno scontro molto acceso e discutendo si avvicinano sempre di più alla scogliera, Louise vuole strappare a Lyam il dispositivo sul quale ci sono i files, ma Lyam cade accidentalmente dalla scogliera, morendo sul colpo.
Louise non confessa a Nolan l'accaduto e spiega le sue lacrime dicendo che ha sbagliato con lui. Anche Nolan torna sui suoi passi e accetta Lyam (che tempismo!).



La vera vittima dell'episodio (e io direi della stagione e della serie intera!!) è Jack
Non solo ha subito il rifiuto da parte di Emily dopo la sua dichiarazione, non solo deve accettare il fatto che Emily preferisce Ben anche nelle sue "missioni segrete", ma gli accade la cosa peggiore che può accadergli in questo momento: diventare il nuovo bersaglio di Margaux.
La francesina non guarda in faccia a nessuno, nemmeno all'unica persona che aveva visto un briciolo di bontà in lei. Prova a colpire Emily dritto nel suo punto debole, Jack, e lo fa nel più brutale dei modi. Lo fa arrestare per guida in stato di ebrezza, mentre a bordo dell'auto c'era anche Carl, che viene portato via e allontanato dal padre immediatamente. Tutto questo sotto agli occhi esterrefatti di Emily e di Ben (casualmente...) sul posto al momento dell'accaduto.

L'episodio 17 "Loss" sembra molto interessante. Ben, in divisa, va a "trovare" Nolan, una pistola puntata verso Emily, Victoria in lacrime ed un incidente per Margaux....metterà fine alla dura vendetta contro Emily?? 


 
P.s. Qualcuno dia notizie di Charlotte!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...