venerdì 17 gennaio 2020

5 autori di cui vorrei recuperare tutte le opere pubblicate




Ma buongiorno lettori e buon Venerdì!
Nuovissimo appuntamento con la rubrica 5 cose che.
Ormai da queste parti si vedono solo post della rubrica ma, abbiate fede, presto torneranno le recensioni anche se non proprio da queste parti...
Bando alle ciance! Il post di oggi riguarda gli autori, in particolare


Italo Calvino


Come ho ripetuto spesso, l'ho (ri)scoperto tardi, solo 2 o 3 anni fa ma vorrei davvero riuscire a recuperare tutto quello che ha scritto ma anche ciò che è stato scritto su di lui. È tra gli scrittori che più mi incuriosisce ed il suo modo di scrivere mi affascina, semplicemente un genio!

Zerocalcare


Ormai mi fa compagnia da anni, ho letto quasi tutto ma tra il ragazzo di mia sorella ed una nostra amica capita spesso di scambiarci le sue raccolte ecco perché mi piacerebbe, prima o poi, averle tutte.


Gianni Rodari


Questo è l'unico autore citato in questa lista di cui, al momento, non ho ancora nessun libro eppure, è uno dei miei preferiti, un vero e proprio giocoliere!

Neil Gaiman


È un autore a cui devo tanto, grazie a Stardust ho riscoperto l'amore per la lettura e piano piano mi piacerebbe conoscerlo ed affrontarlo in tutte le sue sfaccettature.

Elena Ferrante


Il mistero su chi sia veramente, ancora non è stato svelato, quello che è certo è che la sua penna è semplicemente meravigliosa, devo terminare ancora di leggere la saga de L'amica geniale ma comprerei ad occhi chiusi tutti i suoi libri.


Quali sono, invece, i vostri autori?



Gioia






 Ogni settimana proporremo una lista di 5 "cose": 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook "Blogger: 5 cose che..." Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI




venerdì 10 gennaio 2020

5 graphic novel che vorrei leggere





Buon Venerdì, lettori!
Il nuovo appuntamento di oggi con 5 cose che vede come protagoniste le graphic novel, romanzi a fumetti/illustrati. Mi piacerebbe leggerne di più ma finisco sempre per metterli da parte. Ecco quindi 5 graphic novel che vorrei leggere:

Blankets - Craig Thompson



Questa è una graphic novel da anni in wishlist, spinta dalle numerosissime recensioni positive, molte delle quali la considerano la migliore di sempre! Spero di riuscire a recuperarla, prima o poi.



Una storia d'amore come non si è mai vista prima. Una graphic novel autobiografica in cui Craig Thompson parte dalla sua infanzia nel Wisconsin per raccontarci la sua vita familiare e il suo rapporto con la religione, fino ad arrivare all'incontro con Raina: l'amore esplode allora con tutta la sua forza, sorprendendo il protagonista e coinvolgendo i lettori in un fiume di emozioni tanto appassionanti quanto letterariamente mature.






Persepolis - Marjane Satrapi



Anche questa non è proprio una new entry nella lista dei libri che vorrei leggere e da quando, lo scorso anno, ho letto Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi, mi piacerebbe leggere qualcos'altro sulla condizione delle donne durante la Rivoluzione islamica e Persepolis è proprio incentrata su questo. 

"Scrivere persepolis è stato molto importante per me. Credo che non si possa giudicare una nazione intera per gli errori di pochi estremisti. E non voglio che vengano dimenticati tutti quegli iraniani che hanno perso la vita in prigione per difendere la libertà, coloro che sono morti nella guerra contro l'iraq, che hanno subito la repressione dei diversi regimi, che sono stati costretti a lasciare le loro famiglie e fuggire dal loro paese. Si può perdonare ma non si deve dimenticare." - marjane satrapi.



Maus - Art Spiegelman



Un'altra graphic novel dal valore storico, la testimonianza dell'Olocausto in una versione insolita.


La storia di una famiglia ebraica tra gli anni del dopoguerra e il presente, fra la Germania nazista e gli Stati Uniti. Un padre, scampato all'Olocausto, una madre che non c'è più da troppo tempo e un figlio che fa il cartoonist e cerca di trovare un ponte che lo leghi alla vicenda indicibile del padre e gli permetta di ristabilire un rapporto con il genitore anziano. Una storia familiare sullo sfondo della più immane tragedia del Novecento. Raccontato nella forma del fumetto dove gli ebrei sono topi e i nazisti gatti.






Il principe e la sarta di Jen Wang

Uscito lo scorso anno, la copertina mi ha subito incuriosita, su Instagram sono riuscita a vedere qualche tavola all'interno e sono ancora più curiosa!

Jen Wang racconta una storia deliziosa, ambientata all’inizio del Ventesimo secolo, ma assolutamente senza tempo: il giovane principe del Belgio è un cross dresser, e assume una giovane sarta perché gli cucia i bellissimi vestiti femminili che lui stesso disegna. La sera girano i locali di Parigi, e nessuno sa che sotto la parrucca di Lady Crystallia c’è una futura testa coronata. Cosa può andare storto, giusto?
Una storia di amicizia, comprensione di sé, moda, pregiudizi, primi batticuori e la necessità di scriversi da soli il proprio destino. Un libro amatissimo e premiatissimo in tutto il mondo; un libro che fa bene, chiunque tu sia. Un piccolo gioiello narrativo, che rivela la piena maturità di una delle autrici più interessanti della moderna scena del romanzo grafico americano.



Jane di Aline Brosh McKenna



Non ho mai letto nulla che fosse ispirato alla storia di Jane Eyre, questa versione moderna della storia mi ha incuriosita appena ho saputo dell'uscita (ottobre dello scorso anno).

Cresciuta in un'infelice famiglia di un paesino del New England, Jane sognava di fuggire a New York per studiare Arte e avere una vita indipendente. Poco dopo il suo arrivo, trova lavoro come tata per un misterioso e potente uomo d'affari, Rochester, e la sua adorabile ma solitaria figlia, Adele, in un lussuoso appartamento colmo di segreti sconvolgenti. Jane si troverà presto in un mondo di pericoli, intrighi e passioni che la porterà lontana dai suoi sogni d'infanzia. La sceneggiatrice Aline Brosh McKenna debutta come autrice di graphic novel insieme all'illustratore premio Eisner Ramclon K. Pérez in questa rivisitazione moderna del classico di Charlotte Brontë, Jane Eyre.




Le conoscevate già? Le avete già lette? E quali sono i vostri titoli?

Gioia


venerdì 3 gennaio 2020

5 libri che vorrei leggere nel 2020



Buongiorno lettori e...buon anno!!
Il primo post di questo 2020 è dedicato ad un nuovo appuntamento con la rubrica 5 cose che!
Si inizia l'anno con qualche proposito di lettura: 5 libri che vorrei leggere nel 2020...uno di quegli argomenti in cui mi chiedo: come si fa a sceglierne solo 5??




La trilogia della città di K di Agota Kristof, recuperato già da un po', mi incuriosisce molto ma non mi sono ancora decisa a leggerlo!


La storia di Elsa Morante, ho letto L'isola di Arturo e la scrittura della Morante mi ha affascinata, sono molto curiosa di leggere anche questo suo celebre libro anche se, allo stesso tempo, ho un po' di timore.

La casa degli spiriti di Isabel Allende, questo è un libro che gira da un bel po' tra i post dei libri che vorrei leggere. Se c'è ancora è, ovviamente, perché non sono ancora riuscita a leggerlo! Considerato anche che io abbia diversi libri della Allende in libreria, spero davvero che il 2020 sia l'anno in cui mi decida a leggere qualcosa di suo!

Storia di chi fugge e di chi resta di Elena Ferrante
Uno dei buoni propositi che vorrei portare avanti, è quello di provare a concludere le serie iniziate. Tra queste spicca quella de L'amica geniale. Ho letto i primi due quindi dovrei leggere il terzo romanzo.

Harry Potter
Non un libro ma l'intera serie! Mi piacerebbe davvero riuscire a rileggere tutti i i libri di Harry Potter, l'idea è quella di leggerne almeno uno al mese...ci riuscirò?!

Per scoprire se faranno effettivamente parte delle mie letture di quest'anno, vi do appuntamento sul blog :D...lo scopriremo solo leggendo!

Quali sono i vostri libri che vorreste leggere quest'anno?






 Ogni settimana proporremo una lista di 5 "cose": 5 libri, 5 film, serie tv, personaggi, attori ecc ecc. A proporlo non saremo soltanto noi perché invitiamo anche voi a prendere parte attiva nella rubrica, iscrivendovi al gruppo facebook "Blogger: 5 cose che..." Per altre informazioni vi rimandiamo al post di presentazione che potete trovare QUI



mercoledì 18 dicembre 2019

Amo i tuoi silenzi di Susy Tomasiello - Review Tour


Ciao lettori!! Oggi sono qui per parlarvi di "Amo i tuoi silenzi", il nuovo romanzo di Susy Tomasiello, autrice e blogger (I miei magici mondi) che ringrazio per avermi dato l'opportunità di leggere la storia di Bea ed Axel e di avermi coinvolta per il review party.


Editore: La Sirena Edizioni
Pagine: 166
Data di pubblicazione: 17 dicembre 2019


Trama: Bea vive nel suo mondo fatto di silenzi, ma non perchè non ami parlare, fin dalla nascita le è stato diagnostico un grave handicap: non può sentire.  Riesce a percepire i suoni solo attraverso l'apparecchio acustico che porta alle orecchie. Usa il linguaggio dei segni per farsi capire o talvolta legge le labbra. La sua è un'esistenza tranquilla, ha accettato il suo handicap ed è serena. Almeno finchè Axel non appare nella sua vita e le fa capire che nella sua esistenza quasi perfetta manca qualcosa: l'amore. Ma potrà Axel riuscire a scalfire quel muro che Bea ha costruito per sentirsi al sicuro? E riuscirà Bea ad aprire il suo cuore a qualcuno che è estraneo al suo mondo?

Recensione

Beatrice è sorda, lei non fa mai grandi giri di parole sulla sua situazione. Ha 16 anni, frequenta il liceo e vive con i suoi genitori. Ha una sorella, Rita, ed è con lei che può essere davvero se stessa. Nonostante abbia una sua famiglia, non manca mai nella vita di Bea, dimostrandole sempre tutto il suo affetto e tutto il suo supporto. Quello che Bea apprezza in sua sorella è il fatto di approcciarsi a lei come se non ci fosse nessun ostacolo a differenza del mondo "al di fuori" in grado di guardarla solo con compassione, quasi pietà. È per questo che Bea vive la sua vita in quella che chiama la sua bolla, in un equilibrio che lei stessa si è creata, vicina ai libri, alle serie tv ma lontana da tutto e da tutti, anche dalla sua migliore amica, trasferitosi da poco, l'unica in grado di comprenderla. La sua bolla rischia di scoppiare con l'incontro, del tutto casuale, con Axel. Oltre ad essere un bel ragazzo, quello che colpisce Bea è che Axel, a differenza di tutte le persone che vengono a conoscenza della sua situazione, non si ferma a quello che potrebbe sembrare un problema. Al contrario, come abbiamo modo di scoprire dalle parole stesse di Axel, il modo di comportarsi di Bea davanti a quelle che, comunemente, possono essere difficoltà insormontabili, è da considerare un suo punto di forza. Chi non sembra essersene accorta è proprio Beatrice.

La narrazione è alternata tra i due punti di vista dei protagonisti e, nelle storie a due, personalmente, lo trovo un elemento positivo. Ci dà l'opportunità di entrare in contatto con entrambi, incrementando anche il coinvolgimento nella storia. Ed è anche il caso di Amo i tuoi silenzi.
Il libro è diviso in due parti. Come l'autrice spiega alla fine del libro, era inizialmente pensato per terminare con la prima, la seconda è invece stata aggiunta in seguito.
Nella prima metà del libro ci viene narrata la nascita della storia tra Bea ed Axel. Pensando alla protagonista, potremmo aspettarci che sia Axel ad essere in difficoltà, entrando in contatto con una situazione difficile da capire. In realtà, ben presto ci rendiamo conto che è Bea stessa ad aver paura. Quello che prova con Axel non lo ha mai provato per nessuno ma neanche nessuno si è comportato con lei come si comporta il ragazzo. Il sorriso che tanto ama Axel, nasconde in realtà insicurezze e paure che con il tempo sono cresciute in Bea e che solo l'incontro con l'amore le ha fatte esplodere facendo vacillare la sua bolla di tranquillità.

 "L'amore, quindi arriva, si riconosce sempre. Posso capire che tu sia spaventata, ma amare vuol dire anche questo: rischiare."

 Sono le parole di Rita a darle finalmente quel pizzico di fiducia verso Axel ma, soprattutto, verso se stessa. Anche la sicurezza, non si acquista certo con uno schiocco di dita. Ci viene confermato nella seconda parte,.ambientata 6 mesi dopo l'inizio della loro storia. Il loro rapporto si è consolidato e i loro problemi sono quelli di una "normale" coppia ma, l'atteggiamento strano di Axel da tremare, ancora una volta, le convinzioni di Bea. Le nasconde un segreto e, nonostante i capitoli alternati, ci viene tenuto nascosto anche a noi lettori, creando così curiosità che ci spinge, quasi senza accorgersene, ad arrivare alla fine.

Una scrittura lineare che va dritta al punto e che raggiunge l'intimità dei protagonisti, ci accompagna in una lettura scorrevole e molto piacevole. Qualche colpo di scena e il piccolo segreto del finale, rendono animata la narrazione della storia, una storia che, attraverso i protagonisti riesce a farci rivivere le suggestive emozioni e sensazioni del primo amore.

Gioia

Le altre tappe del review tour:


sabato 23 novembre 2019

5 canzoni sconosciute



Ciao lettori!!
Nuovissimo appuntamento con 5 cose che.
Oggi si alza il volume e si parla di musica con 5 canzoni sconosciute.

La gattara di Emilio Stella
Emilio Stella è un cantautore romano che ho iniziato ad ascoltare di recente, un paio di mesi fa ho avuto l'opportunità di ascoltarlo dal vivo in un piccolo spettacolo tra musica e teatro. Testi interessanti in cui si parla di Roma ma anche della nostra attualità. 


Ipocondria di Giancane
Anche Giancane è di Roma, l'ho scoperto un paio di anni fa grazie a Zerocalcare che, come potete vede, ha realizzato il video della canzone. Anche lui ho avuto modo di vederlo dal vivo quest'estate, concerto molto divertente! 


Fuori dal centro di Area765 (ex Ratti della Sabina)
Gli Area765 di genere folk, sono un gruppo a cui sono particolarmente legata, li seguo e li ascolto da almeno 13/14 anni e sono originari delle mie zone, la Sabina, in provincia di Rieti (0765 è infatti il nostro prefisso)


Oh Mr Darcy - The Doubleclicks

Si cambia decisamente genere! Una canzone per Mr Darcy! Due sorelle, amano essere e definirsi geeks e tra le canzoni sul loro canale, scoperta per caso, ce n'è proprio una sul nostro personaggio preferito della letteratura inglese!



Era - Lucio Battisti
Qui ammetto di barare! Insomma, stiamo parlando di Lucio Battisti...se non è conosciuto lui! Quella che inserisco in questa lista, però, è una canzone poco conosciuta che amo particolarmente. Purtroppo su Youtube non sono riuscita a trovare una versione originale del brano, ecco il perché della cover! 




Quali canzoni conoscevate già?

Gioia





venerdì 15 novembre 2019

5 dediche iniziali che mi hanno più colpito




Ciao lettori!!
Siamo a Venerdì quindi nuovissimo appuntamento con 5 cose che.
L'argomento di oggi è molto particolare: dediche iniziali.
Non sempre sono presenti ma quando ci sono non le salto mai. Per la maggior parte sono nomi di persone care agli autori: genitori, amici, nonni, famiglia ma a volte hanno quel qualcosa in più, come se fossero, in qualche modo, parte integrante del libro.
Ecco quindi 5 dediche iniziali che mi hanno colpito.

 

Le prime che mi sono venute in mente sono le due dediche iniziali ai due volumi delle "Storie della buonanotte per bambine ribelli".


"A Maria, mia nonna. Perché le piacciono i thriller. E perché raccontandomi la Storia, mi ha insegnato il valore delle storie."

Questa è la dedica iniziale a La strana indagine di Thomas Winslow di Giacomo Festi ed è una dedica che mi ha particolarmente colpito. Ho letto questo libro poco dopo la morte di mia nonna, anche lei si chiamava Maria. E tra le cose che mi mancano di più di lei sono le sue storie 


L'iniziato per Holly. L'ho terminato per Maddy.

Come si può intuire, Neil Gaiman scrive Coraline per le sue figlie. La dedica è accompagnata da una prefazione al libro scritta proprio da Gaiman in cui ci racconta che la storia non è soltanto dedicata alle sue figlie ma è per le figlie. Inizia a scriverla e a pensarla quando Holly è piccola ma, quasi senza rendersene conto, passano gli anni e Molly, la più piccola, sarebbe stata troppo grande per poterne godere a pieno. Coraline è, in realtà, una storia per tutte le bambine in cui riescono a vedere nella protagonista una piccola eroina a cui poter assomigliare.





"Dal 1989 a oggi Due di due ha incontrato molti più lettori di quanti ne avessi immaginati mentre lo scrivevo, e ancora ne incontra. Non smette di colpirmi il fatto che tante persone abbiano ritrovato, e ritrovino, parti di se stesse nel mio libro. È a loro che dedico questa edizione, con l'augurio di non smettere mai di guardare il mondo con lo stesso spirito critico e inquieto di Guido e Mario, e a immaginarne di diversi, senza mai rassegnarsi all'apparete inevitabilità delle cose come sono."

Quando le dediche iniziali sono, in qualche modo indirizzate anche a te...
Questa è la dedica che Andrea De Carlo fa nella nuova edizione di Due di due, uscita lo scorso mese per La nave di Teseo. Come ho scritto su Instagram, è un libro che ho nel cuore e, seppur non succeda mai, non ho tardato a recuperare questa edizione.


Quali sono le dediche che hanno più colpito voi?

Gioia









venerdì 8 novembre 2019

5 libri che ho preso a scatola chiusa


Ciao lettori e buon Venerdì!!
L'autunno (ed il freddo) è decisamente arrivato (finalmente)! Di pioggia in questi giorni se n'è vista parecchia ma non siamo qui a parlare del tempo ma dei nostri amati libri!
L'appuntamento di oggi con 5 cose che è sui libri che abbiamo preso a scatola chiusa. In genere, soprattutto ultimamente tra i blog ed i social, prendo sempre libri di cui ho, in un modo o in un altro, qualche informazione (recensioni ed opinioni). È capitato, soprattutto prima dell'apertura del blog, e capita tuttora di recuperare libri di cui quello che so è tutto scritto in prima e quarta di copertina! E devo dire che non ho avuto mai cattive sorprese. Ecco quindi 5 libri che ho preso a scatola chiusa!



Il dardo e la rosa di Jacqueline Carey
Eccolo, è tornato! È un titolo che appare spesso in questa rubrica ed è anche un libro che ho letto tantissimo tempo fa. Non leggevo fantasy (anche adesso non è un genere che prediligo) ma la sinossi di questo libro mi ha talmente incuriosita che ho deciso di prendere tutta la trilogia. L'ho divorata in pochissimo tempo, se non avessi altre centinaia di libri da leggere, mi piacerebbe rileggerli.



Due di due di Andrea De Carlo
Un altro amore letterario! Ho trovato questo libro per caso su una bancarella dell'usa, almeno una decina di anni fa! È un libro che ho nel cuore. Qualche giorno fa è uscita una nuova edizione per festeggiare i 30 anni del libro e...l'ho ordinata e la sto aspettando!!



Patricia Brent, zitella di Herbert G. Jenkins
Qualche tempo fa, curiosando tra i libri in offerta su Libraccio l'occhio mi è andato su questo titolo mai sentito prima! La trama mi ha incuriosita molto e quel "zitella" che spicca mi fa già sorridere. Sembrerebbe essere considerato un piccolo classico delle commedie inglesi. Non ho ancora avuto modo di leggerlo ma spero di avere presto l'occasione per farlo.



La felicità di Emma di Claudia Schreiber
Quest'anno sto partecipando alla reading challenge della booktube italia legge indipendente (indiebooks su intagram) e grazie a questa sfida di lettura sto scoprendo tantissimi titoli di tante case editrici indipendenti, avrei potuto quindi citarne diversi ma quello che più mi ha colpito è questo. Poco conosciuto, si è rivelato avere una storia davvero molto particolare, in realtà da scoprire è tutto il catalogo della casa editrice, conosciuta ad inizio anno con I mistici di Mile End di Sigal Samuel che mi era stato regalato per Natale.



La campana di vetro di Silvia Plath
L'opportunità di leggere questo romanzo, l'unico dell'autrice di poesie, mi è stata data dal gruppo di lettura LiberTiAmo. E mi ha aperto davvero un mondo, scoperchiando la personalità della Plath che, ahimè, non conoscevo. Qui le sue vicende personali, vissute in prima persona, si fondono insieme alla malinconia e al malessere che la accompagnano. Anche questo è un romanzo, una storia ed un'autrice che mi sono entrati nel cuore, super consigliati anche i Diari ma, da leggere con cautela!

Quali sono, invece, i libri che avete preso a scatola chiusa? Sono state belle sorprese?

Gioia