venerdì 26 maggio 2017

5 cose che | 5 personaggi che ho amato dei libri




E buongiorno Twinslettori!
Settimana pesante ma finalmente è finita, adesso godiamoci il weekend ma...prima di tutto, ovviamente, diamo spazio a 5 cose che ;)
Non mi perdo in chiacchiere e vado subito ad elencare 5 personaggi che ho amato dei libri



L'ho adorata nel cartone animato, amata nel romanzo Anna dai Tetti Verdi (o dai capelli rossi) e conosciuta ancora di più nella serie tv: Anna Shirley è recentemente entrata ufficialmente a far parte dei miei personaggi letterari preferiti! Non mi dilungo oltre perché, proprio ieri, ho scritto un post dedicato a lei e al confronto fra romanzo e la serie tv uscita qualche giorno fa su Netflix, che potete trovare qui



Ho riletto Il Grande Gatsby da poco e, a differenza della prima volta, l'ho amato. L'alone di mistero su questo personaggi ci accompagna durante tutto il romanzo e l'unico quesito che ci poniamo è: chi è davvero Gatsby? Solo alla fine ci possiamo fare un'idea: dietro al fascino delle ricchezze si nasconde un animo estremamente romantico.


giovedì 25 maggio 2017

Anna dai capelli rossi: tra libri, anime e serie tv





"Anna dai capelli rossi va
vola e va come una rondine
pero' un nido non ce l'ha
non ha una mamma ne un papà"



Quanti di voi hanno letto cantando? Se, come me, siete nati tra la fine degli anni '80 e i primi anni '90, lo avrete fatto sicuramente! Anna dai capelli rossi è uno di quei personaggi che tutti conoscono, anche chi non ha mai visto nessun episodio o letto il libro. Anna Shirley è infatti diventata famosa grazie all'anime, prodotta dalla Nippon Animation andata in onda in quel periodo. L'anime faceva parte del World Masterpiece Theatre, un progetto dello studio di animazione giapponese, che raccoglieva in sé tutta una serie di cartoni animati tratti da romanzi per ragazzi (come ad esempio Heidi, Papà Gambalunga, Tom Sawyer, Cuore, Cantiamo Insieme e tanti altri). Anna dai capelli rossi è infatti tratto dal romanzo Anna dai Tetti Verdi (Anne of Green Gablesdi  Lucy Maud Montgomery, pubblicato nel 1908. In realtà non si tratta di un libro autoconclusivo ma di una serie di 8 romanzi dedicati alla vita della protagonista, ma sia l'anime sia la serie tv, di cui vi parlo in seguito, si ispirano soltanto al primo.


Chiamatemi Anna (Anne with an "e") è infatti la serie tv uscita su Netflix lo scorso 12 maggio.
La prima stagione (e per il momento unica) è composta da 7 episodi, il primo della durata di 90 minuti gli altri di circa 40.
La trama è quella conosciuta da tutti: Anna è una bambina orfana, vive prima in alcune famiglie in cui si prende cura dei bambini e poi viene spedita in un orfanotrofio. Marilla e Matthew Cuthbert sono due fratelli che vivono a Green Gables, una fattoria di Avonlea, in Canada, nell'isola di Prince Edward. Visto l'avanzare degli anni, cercano un ragazzo che possa aiutarli nei lavori ma, per un equivoco, vedranno arrivare alla fattoria la gracile Anna, bambina vispa dalle trecce rosse e dai grandi occhi chiari. 

mercoledì 24 maggio 2017

Nel nome della strega | La compagnia delle anime finte di Wanda Marasco (Doppia recensione)



Ciao Twinslettori!
La recensione di oggi è una recensione speciale. Qualche giorno fa siamo state contattate da Annamaria (che ringraziamo!!) del blog La contessa rampante che ci ha proposto di partecipare al suo progetto Nel nome della Strega. Ad ognuno dei blog partecipanti è stata affidata la lettura di uno dei 12 finalisti del Premio Strega. Questo il post in cui Annamaria presenta l'evento.
Alla fine del post troverete il calendario con tutte le tappe che potrete seguire. Inoltre vi ricordiamo che il lettore che dimostrerà di partecipare con più costanza durante tutte le tappe, commentando o condividendo i post, riceverà in regalo una copia di uno dei 12 libri.


La compagnia delle anime finte
di Wanda Marasco
Editore:
Neri Pozza
Data di pubblicazione: 4 maggio 2017
Pagine: 238
Ebook: 9.99€
Cartaceo: 16.50€

Sinossi. Dalla collina di Capodimonte, la «Posillipo povera», Rosa guarda Napoli e parla al corpo di Vincenzina, la madre morta. Le parla per riparare al guasto che le ha unite oltre il legame di sangue e ha marchiato irrimediabilmente le vite di entrambe. Immergendosi «nelle viscere di un purgatorio pubblico e privato», Rosa rivive la storia di sua madre: l'infanzia povera in un'arida campagna alle porte della città; l'incontro, tra le macerie del dopoguerra, con Rafaele, il suo futuro padre, erede di un casato recluso nella cupa vastità di un grande appartamento in via Duomo; il prestito a usura praticato nel formicolante intrico di vicoli e, come attori di un medesimo dramma, entrano sulla ribalta della memoria: Annarella, amica e demone dell'infanzia e dell'adolescenza, Emilia, la ragazzina che «ride a scroscio» e torna un giorno dal bosco con le gambe insanguinate. il maestro Nunziata, utopico e incandescente, Mariomaria, «la creatura che ha dentro di sé una preghiera rovesciata», Iolanda, la sorella «bella e stupetita»...«Anime finte» che, nelle profondità ipogee di una città millenaria, attendono. come Vincenzina e come la stessa Rosa, una riparazione. Arriverà, sorprendente e inaspettata, nelle pagine finali del libro ad accomunare madre e figlia in un medesimo destino.



Recensione

La compagnia delle anime finte non è sicuramente una lettura semplice né dal punto di vista stilistico né per quanto riguarda le tematiche affrontate. Il fatto che per me sia stata una lettura impegnativa però non ha affatto screditato il romanzo ai miei occhi. 

Rosa, alla morte di Vincenzina, sua madre, si trova a fare un resoconto della propria vita attraverso drammatici ricordi; una ricostruzione terribile di una vita difficile passata tra violenze, rabbia e frustrazione.

Sei venuta dal niente, mà. Hai incontrato un uomo venuto dalla caduta e dalla viltà, quando la Storia aveva già annientato e umiliato gli uomini. In una città dove il mondo migliore era soltanto un sodalizio tra un esercito straniero, il governo nuovo e la malavita.

Www Wednesday #92





Buongiorno Twinslettori!
Puntuale, come ogni Mercoledì, arriva la www Wednesday! Come procedono le nostre letture?
      
                   
                       

           
    (What did you recently finish reading?)


   
      
                                                            
Ho letto Dentro l'acqua di Paula Hawkins, una lettura che purtroppo non mi ha coinvolto come speravo. QUI la recensione completa.
Secondo romanzo terminato Zucchero filato volante di Fernando Camilleri, un libro davvero originale che vede come protagonista Felice, un undicenne estroverso, intelligente e sognatore, costretto a fare i conti con un futuro terribile e incerto. Presto la recensione.
Ho letto La compagnia delle anime finte di Wanda Marasco, uno dei 12 candidati finalisti al premio strega e per questo più tardi esce la nostra recensione per "Nel nome della Strega", quindi stay tuned! E ho terminato anche Coraline di Neil Gaiman, davvero molto carino, Gaiman una conferma!

martedì 23 maggio 2017

Segnalazione - Hermanos di Alessandro Bogani e Edoardo Pozzoli


Hermanos
di Alessandro Bogani e Edoardo Pozzoli

Editore: Inspired Digital Publishing
Data di pubblicazione: 23 settembre 2016
Genere: romanzo western
ISBN: 9788894182019
Formati disponibili: eBook, ePub, Mobi
Compatibile con: Smartphone, Tablet, eReader
Prezzo: 1.99€

Disponibile in tutti i maggiori store online



Hermanos è un romanzo western dal sapore duro e dalle tinte forti, esattamente come l’epoca in cui è ambientato, dove una persona con in mano un’arma poteva fare una grande differenza. Un libro coinvolgente ed emozionante per un genere che ancora oggi continua ad affascinare le persone. Gli autori Bogani e Pozzoli trascinano il lettore nel vivo dell’azione con situazioni concitate e suggestive dove, l’attenta caratterizzazione dei personaggi, riesce a rappresentare perfettamente tutte le sfumature delle persone di quel periodo. Distinguiamo infatti pistoleri formidabili, approfittatori, strateghi, codardi, ladri spietati, buffoni, uomini di legge risoluti e ribelli alla ricerca disperata di giustizia, tutti legati da un fato che appare costantemente avverso. Hermanos è un romanzo pubblicato da Inspired Digital Publishing. Potete trovarlo nei formati eBook, ePub e Mobi in tutti gli store digitali consultabili dal vostro smartphone, tablet, e-reader, Mac e Pc. 

Recensione - Le bugie dei bravi ragazzi di Barbara Raymondi




Le bugie dei bravi ragazzi
di Barbara Raymondi

Editore: Self-publishing
Pagine: 291
Prezzo cartaceo: 16.00€

Sinossi.
Chi sono i bravi ragazzi? Quante bugie è consentito raccontare in una vita?
Sole, Enrico e Benedetta sono tutti nella stessa barca, sicuri di naufragare in un mare agitato dalle troppe bugie raccontate.
Non sono cattive persone sebbene pratichino lavori poco ortodossi, frequentino brutta gente e nascondano segreti sconvenienti.
Sono bravi ragazzi in fondo. nonostante tutto.

Recensione

Sole, Enrico, Benedetta. Bravi ragazzi. In fondo.

Sole, dopo aver affrontato un passato difficile e aver superato la sue eterna battaglia con la tossicodipendenza, si trova alla ricerca di un lavoro, fisso si intende. Ma tutto quello che la società le offre è un lavoro sottopagato, spesso neanche retribuito, dove per guadagnare qualche centesimo si è costretti a fare chiamate su chiamate, seduti in un triste call center, dove tutti gli occhi sono puntati in basso, dove non si ha neanche la forza di vivere a testa alta.
Sole è stufa della sua vita, stufa di credere che per permettersi una casa, per pagare le bollette, l'unica soluzione è quella di spogliarsi davanti ad una webcam, coprire ogni dettaglio, e sperare che nessuno la riconosca.

Benedetta, venticinque anni, frequenta la Scuola di Danza Centrale. La danza infatti è tutta la sua vita, o almeno questo è quello che crede sua madre. Costretta a vivere una vita che non è la sua, Benedetta ha anche un rapporto estremamente difficile con suo padre e sua madre, nonché col suo corpo. Benedetta si vede grassa, imperfetta. Quei suoi 41 chili sono la barriera che la allontana dalla danza, che la allontana dalla vita.

lunedì 22 maggio 2017

Recensione - Dentro l'acqua di Paula Hawkins


Dentro l'acqua
(Into the Water)
di Paula Hawkins

Editore: Edizioni Piemme
Traduzione: Barbara Portieri
Data di pubblicazione: 2 maggio 2017
Pagine: 345
Ebook: 12.99€
Cartaceo: 16.50€

Sinossi.
Quando il corpo di sua sorella Nel viene trovato in fondo al fiume di Beckford, nel nord dell'Inghilterra, Julia Abbott è costretta a fare ciò che non avrebbe mai voluto: mettere di nuovo piede nella soffocante cittadina della loro adolescenza, un luogo da cui i suoi ricordi, spezzati, confusi, a volte ambigui, l'hanno sempre tenuta lontana. Ma adesso che Nel è morta, è il momento di tornare.
Di tutte le cose che Julia sa, o pensa di sapere, di sua sorella, ce n'è solo una di cui è certa davvero: Nel non si sarebbe mai buttata. Era ossessionata da quel fiume, e da tutte le donne che, negli anni, vi hanno trovato la fine - donne "scomode", difficili, come lei -, ma mai e poi mai le avrebbe seguite.
Allora qual è il segreto che l'ha trascinata con sé dentro l'acqua? E perché Julia, adesso, ha così tanta paura di essere lì, nei luoghi del suo passato? La verità, sfuggente come l'acqua, è difficile da scoprire a Beckford: è sepolta sul fondo del fiume, negli sguardi bassi dei suoi abitanti, nelle loro vite intrecciate in cui nulla è come sembra.

Recensione

Tutti ne parlano, tutti lo fotografano e io, da brava curiosa quale sono, non ho resistito a leggerlo.
Dopo il famosissimo thriller La ragazza del treno, la Hawkins torna con un nuovo romanzo dello stesso genere letterario che vede come "protagonista" l'acqua.
La piccola cittadina di Beckford, a nord dell'Inghilterra, è infatti attraversata da un fiume. Non c'è niente di strano se non fosse per il fatto che a Beckford il fiume e le sue acqua placide sono la tomba di molte donne. Un mistero che si infittisce, che non trova carnefici da sacrificare. Come è possibile? Si tratti di una serie di strani suicidi o è tutto un piano di uno strano serial killer che opera indisturbato?